Volley maschile, Challenge Cup: esordio dell'Andreoli Latina contro lo Chames Humennè

Andata del secondo turno della Challenge Cup al PalaBianchini.

L'ultima squadra italiana che mancava all'appello per l'esordio stagionale nelle Coppe Europee è l'Andreoli Latina, l'anno scorso argento in Cev Cup e quest'anno impegnata in Challenge, la terza coppa per importanza a livello continentale.

Per i ragazzi di Roberto Santilli l'inizio della stagione non è stato semplice: finora due partite e due sconfitte in campionato, entrambe per 3-0: una in casa con la Cucine Lube Banca Marche Macerata e l'altra a Cuneo contro la Bre Lannutti. Il 23 novembre dovranno poi recuperare la partita della prima giornata contro la Diatec Trentino, posticipata perché i gialloblù sono stati impegnati nel Mondiale per Club nei giorni in cui si sarebbe dovuta disputare la partita contro Latina. Se i laziali sono ancora a zero punti in classifica dipende molto dal terribile calendario che hanno avuto finora, ma la partita di domani in Challenge Cup potrebbe arrivare proprio al momento giusto.

Gli avversari sono gli slovacchi dello Chames Humennè, squadra che milita nel campionato Centro Europeo al termine del quale potrà acceder direttamente ai playoff dei tornei nazionali. In squadra militano tre polacchi, Sarnecki, Szymczak e Leszczawski, mentre il resto della rosa è slovacca.

L'allenatore Richard Vlkolinsky nelle prime partite della stagione ha giocato con Jakub Hrinak al palleggio, Mikolaj Sarnecki opposto, Milan Mizerak e Jakub Joscak centrali, Milan Javorcik e Milan Lizala (o Peter Bena) di banda più Radoslaw Szmczak libero e questa potrebbe essere la formazione che scenderà in campo anche domani sera al PalaBianchini alle 20:30.
Santilli probabilmente risponderà con Sottile in regia e Michalovic opposto, Gitto e Verhees al centro, Skrimov e Fragkos di banda più Rossini libero.

E proprio Salvatore Rossini, libero della nazionale di Mauro Berruto argento agli Europei 2013, ha parlato alla vigilia del match con gli slovacchi:

“Sarà importante vendicare subito la brutta la prova di Cuneo. Siamo una squadra giovane che solo giocando può crescere e migliorare. Quindi per noi quello con l’Humennè sarà un buon test per migliorare l’affiatamento e vedere a che punto siamo. Ci teniamo a far bene per il nostro processo di crescita, ma soprattutto perché vogliamo essere protagonisti, come lo scorso anno, in Europa”

Foto © Lega Volley

  • shares
  • Mail