Tour de France 2015, è ufficiale: partenza da Utrecht. Brutto colpo per Milano

Giuliano Pisapia avrebbe voluto la Grand Départ dal capoluogo lombardo nell'anno dell'Expo.

Per la sesta volta nella sua storia il Tour de France partirà dall'Olanda. Dopo Amsterdam nel 1954, Scheveningen nel 1973, Leiden nel 1978, 's-Hertogenbosch nel 1996 e Rotterdam nel 2010, la Grand Départ del 2015 sarà ospitata da Utrecht.

La notizia è arrivata oggi ed è stata comunicata ufficialmente con una conferenza stampa del sindaco di Utrecht Aleid Wolfsen con i rappresentanti dell'ASO, società che organizza la corsa. La si può leggere anche sul sito ufficiale del Tour de France, anche se tutti i dettagli saranno svelati tra tre settimane, giovedì 28 novembre, durante una conferenza stampa ad hoc. In totale sarà la 21esima partenza dall'estero per la Grande Boucle che anche nel 2014 prenderà il via da un Paese straniero, la Gran Bretagna, con tre tappe in terra britannica prima di arrivare in Francia e poi sconfinare di nuovo in Belgio (ma di poco).

Appena la news si è diffuse il primo pensiero è andato a Milano. Sì perché il sindaco Giuliano Pisapia poco più di un mese fa, durante il terzo Meeting Internazionale dei Paesi Partecipanti all’Esposizione Universale del 2015, si era sbilanciato parecchio dicendo di essere al lavoro per portare il Tour de France a Milano nell'anno dell'Expo e possibilmente non per una tappa qualsiasi, ma per la Big Start.

Anche durante il Gran Galà del Ciclismo che si è tenuto come sempre a Conegliano a metà ottobre, sono state fatte molte battutine interessate da parte dei giornalisti italiani a Jean Michel Monin, rappresentante dell'ASO: si parlava della possibilità di una tappa che passasse da quelle parti (Veneto) nel 2015, magari proprio dopo una partenza da Milano. Invece almeno per la tappa iniziale non c'è niente da fare.

E adesso? Be', c'è sempre la speranza che dopo il via in Olanda il Tour n° 102 sconfini anche nelle tappe successive, di certo è difficile che l'arrivo venga mai spostato dagli Champs-Élysées e una tappa intermedia non ha lo stesso appeal di una partenza, ma continuare a sognare il passaggio della Maglia Gialla da Milano durante l'Esposizione Universale non costa niente e poi in quell'anno lo sport sarà comunque grande protagonista nel capoluogo meneghino e in ogni caso c'è sempre il Giro d'Italia pronto a rendere onore alla città in cui è arrivato per molte edizioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail