Beach volley, Greta Cicolari sospesa per sei mesi dalla Fipav: ha insultato Lissandro su Twitter

L'atleta è stata sospesa "da ogni attività federale" per aver aggredito verbalmente il tecnico Viserta e aver parlato male su Twitter del Ct Lissandro.

Greta Cicolari, atleta di beach volley che ha vissuto la sua stagione più tribolata dopo la "rottura" con Marta Menegatti, è stata oggi sospesa "da ogni attività federale" per sei mesi. Lo si legge nel procedimento disciplinare della Commissione Giudicante Nazionale della Fipav che è stata chiamata a intervenire dalla Procura Federale dopo il verificarsi di alcuni fatti che hanno coinvolto la beacher.

In particolare, secondo quanto ricostruito nel procedimento, lo scorso 10 agosto 2013 Greta Cicolari ha "aggredito verbalmente in luogo aperto al pubblico" il tecnico federale Ferdinando Viserta "apostrofandolo in modo arrogante e provocatorio e rivolgendogli fantasiose accuse millantando informazioni avute in ambito federale". L'atleta avrebbe detto questo frasi:

"guarda che Liss parla male di te, ha sempre parlato male di te………… io ho delle persone dentro la federazione che me lo hanno detto ………… ricordati che tu e tutti gli altri dello staff siete fuori dalla nazionale……….. a fine anno sarete fuori……"

"Liss" è il ct della nazionale femminile di beach volley Lissandro Dias Carvalho, contro il quale Cicolari ha scritto "frasi allusivamente offensive e denigratorie". Sotto accusa è soprattutto l'espressione "caprone nero" o "uomo nero" che l'atleta avrebbe usato in riferimento al Ct (che è brasiliano e di colore).

Cicolari ha provato a difendersi dicendo che in realtà quelle frasi erano rivolte al suo compagno, il giocatore di basket belga naturalizzato italiano Doum Lauwers, quest'anno in forza alla Sutor Basket Montegranaro. Questa ricostruzione è stata però ritenuta "inverosimile e non credibile" dalla Commissione Giudicante che nel procedimento scrive:

"[…] la documentazione prodotta dalla difesa - i tweet tra i predetti atleti (Cicolari e Lauwers, ndr) - si ritiene non sia sufficiente a superare il convincimento di questa Commissione, considerata la concomitanza degli stessi con la lettera di risoluzione contrattuale del 25.09.2013, inviata dal Presidente Fipav all’atleta Cicolari, nella quale, tra le altre questioni, veniva già evidenziato e contestato che le esternazioni dell’atleta, mediante social network, dovevano ritenersi lesive dell’immagine e decoro di soggetti appartenenti allo staff federale"

Non sappiamo se Greta Cicolari ha cancellato dei tweet, ma quelli ora presenti sul suo account e che risalgono al 25 e 26 settembre, in cui usa le parole "uomo nero" e "pecorone nero", sembrano effettivamente rivolti al fidanzato (il secondo è riferito a un ragno). Bisognerebbe capire se ce ne sono stati altri con più evidenti allusioni a Lissandro perché questi hanno l'aria di essere scherzi tra fidanzati.

Intanto l'atleta ha fatto sapere che ricorrerà alla Corte di Appello Federale (CAF).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: