Basket NBA: Bargnani ne mette 13, ma il derby è di Datome

I derby italiani non portano troppo bene ad Andrea Bargnani. Dopo la scoppola rimediata contro la San Antonio di Belinelli, arriva anche la sconfitta (92-86) contro i Detroit Pistons di Gigi Datome. Un ko meno pesante nel punteggio, ma forse peggiore, perché arrivato contro una squadra in pieno ‘work in progress’ e non tra le favorite del campionato. I New York Knicks hanno un terribile record di 3 vittorie e 7 sconfitte, al penultimo posto della Eastern Conference, e coach Mike Woodson rischia seriamente la panchina.

Tornando alla gara di questa notte, il Mago ha fatto un buon match, soprattutto nel primo tempo: batte con regolarità Monroe, confeziona anche un gioco da tre punti, chiude a 11 punti e non va male nemmeno in difesa. New York parte bene e si trova avanti anche di sei lunghezze (34-28) nel secondo quarto, grazie ad un paio di schiacciate di Amare Stoudamire, prima di venir ripresa allo scadere del primo tempo proprio da una tripla di Datome (per l’unico canestro del suo match, in cinque minuti di utilizzo).

La gara cambia faccia nella ripresa: Anthony litiga con il canestro (chiuderà a 25 punti, ma con 8/20 dal campo e 7 perse), anche l’azzurro si ferma e segnerà solo due punti, mentre i Pistons prendono fiducia e vantaggio con il passare dei minuti. Stuckey e Smith segnano i canestri del primo allungo, poi la fuga decisiva è messa a segno dallo stesso Stuckey, che mette a segno 12 punti consecutivi a cavallo dell’ultimo intervallo e porta i suoi addirittura sul +15 (78-63). Smith ed Anthony ritrovano il canestro, ma è troppo poco e troppo tardi.

NBA: i risultati del 19 novembre

Washington Wizards-Minnesota Timberwolves 104-100
Detroit Pistons-New York Knicks 92-86
Miami Heat-Atlanta Hawks 104-88
Houston Rockets-Boston Celtics 109-85
Sacramento Kings-Phoenix Suns 107-104

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail