Olimpiadi di Sochi | Il Cio: "Putin ci ha detto che non ci saranno discriminazioni"

Qualche preoccupazione per gli atleti omosessuali alle Olimpiadi in Russia

All'inizio del 2013 in Russia è stata approvata una legge che persegue penalmente chi parla pubblicamente dei diritti degli omosessuali. Il giudice avrà la possibilità di punire con pesanti multe (fino a 15mila euro) artisti, attori ma anche comuni cittadini colti ad esprimere un'opinione in pubblico sulla situazione degli omosessuali. La legge prevede, inoltre, la messa al bando di eventi, manifestazioni, concerti, che possano essere ritenuti a rischio di "propaganda gay".

La decisione generò molte polemiche e una delle posizioni più contrarie e nette è stata quella di Bode Miller, campione pluridecorato dello sci, che attaccò senza mezze misure il governo russo: "Credo sia assolutamente vergognoso che ci siano paesi e persone tanto intolleranti e tanto ignoranti", ha detto lo statunitense in una riunione della squadra olimpica statunitense a Park City di fine settembre.

La Russa ospiterà le Olimpiadi invernali tra qualche mese, a Sochi. Le preoccupazioni per un ambiente che potrebbe rivelarsi "ostile" sono sorte anche alla luce della legislazione russa tanto che qualcuno propose di boicottare l'Olimpiade. Qualche ora fa si pronunciato con delle rassicurazioni il presidente del Cio, Thomas Bach, davanti agli oltre 400 delegati presenti alla 42ma Assemblea generale dei Comitati Olimpici Europei in corso a Roma in merito ai Giochi invernali che si terranno a Soci dal prossimo 7 febbraio:

"Ho avuto un colloquio lungo e in privato con il presidente Putin. Ci ha rassicurati che i principi della Carta Olimpica applicata a tutti i partecipanti ai Giochi Olimpici saranno rispettati. E che non ci sarà nessun tipo di discriminazione e che tutti gli atleti e i partecipanti saranno i benvenuti a prescindere da razza, orientamento sessuale e cultura. E' un'importante rassicurazione da parte dei russi. Siamo in uno dei quei campi in cui credo si debba trovare un terreno comune tra la nostra autonomia e i rapporti con il mondo della politica e dei governi".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail