Volley, Grand Champions Cup 2013: Italia sconfitta con onore dal Brasile ed è terza

Un altro ko al tie-break, ma bravi gli azzurri che sono sul podio.

Il bicchiere è decisamente mezzo pieno per l’Italvolley che chiude la Grand Champions Cup 2013 al terzo posto dopo essere stata battuta dai campioni del mondo del Brasile, ma solo al tie-break.

I verdeoro vincono così la competizione e per loro è la quarta volta nella storia, la terza consecutiva, ma gli azzurri salgono sul podio anche questa volta e per loro è di nuovo bronzo come alle Olimpiadi e come in World League.

Stamattina Berruto ha cambiato ovviamente di nuovo la formazione mandando in campo Travica al palleggio, Zaytsev opposto, Beretta e Birarelli centrali, Kovar e Lanza di banda e Rossini libero. Il Brasile, invece, ha giocato sempre con la stessa formazione perché se l’Italia è andata in Giappone per sperimentare e mettersi alla prova, i sudamericani ci sono andati per vincere e per l’ennesima volta ci sono riusciti.

Il primo set è molto equilibrato soprattutto fino al secondo time-out tecnico e gli azzurri sono a tratti i vantaggio, poi il Brasile si porta sul +2 (18-16) ed rimNW avanti fino alla fine anche grazie a una buona prestazione al servizio, poi Wallace ha chiuso sul 25-22.

Nel secondo set è il Brasile a partire molto meglio, viaggiando a una velocità del doppio dei punti degli azzurri (12-6 poi 14-7). Quando i verdeoro sono sol +8 (18-10), grazie a un buon turno al servizio di Baranowicz, l’Italia recupera quattro punti, poi la rimonta si ferma quando il Brasile ottiene tre set-point con Lucas (24-21) ed è ancora lui a chiudere dopo una sola palla-set annullata sul 25-22.

A questo punto gli azzurri sanno che per loro il discorso oro è chiuso, ma non si arrendono, perché più che per le medaglie loro sono andati in Giappone per mettersi alla prova e per giocare con le più forti squadre al mondo.

Nel terzo set Berruto lascia in campo Baranowicz in regia, il Brasile comincia di nuovo benissimo con un +3 (4-1), ma gli azzurri riacciuffano gli avversari sul 6-6 e addirittura li sorpassano arrivando all’8-6, ma i verdeoro riescono prontamente a pareggiare e questo si ripete più volte, anche se l’Italia riesce a mantenersi in avanti per gran parte del set, fino a quando viene di nuovo sorpassata sul 22-20, ma con due muri di Beretta ripassa in vantaggio e grazie a un attacco fuori di Wallace ottiene un set point che viene subito sfruttato grazie a un ace di Baranowicz che chiude il parziale sul 25-23.

L’Italia continua la sua rimonta nel quarto set e dopo i primissimi punti a favore del Brasile (3-1 per i verdeoro), pareggia (3-3), sorpassa e poi stacca gli avversari arrivando al +5 (20-15) e chiudendo con questo distacco sul 25-20.

Nel tie-break è il muro del Brasile a fare la differenza: sulle mani di Wallace e Lucas si infrangno i tentativi di Zaytsev e Beretta, poi gli errori in battuta fanno il resto e il Brasile chiude sul 15-11 il set, sul 3-2 la partita e con 12 punti la classifica, vincendo la Grand Champions Cup.

Lucas è stato nominato Mvp del match con i suoi 21 punti (3 muri e due ace) e l’81% in attacco. Il best scorer è stato Wallace con 28 punti, ma il nostro Zaytsev è lì, a solo un punto di differenza (27), mentre Beretta, Birarelli e Lanza ne hanno messi a segno 13 a testa.

L’Italia ancora una volta torna a casa da una competizione internazionale a testa alta e con una medaglia al collo, con una squadra che, di fatto, è nata quest’anno, perché rispetto al bronzo di Londra tante cose sono cambiate e in Giappone è arrivata priva del suo capitano Cristian Savani e del martello Simone Parodi, ma Berruto ha confermato le sue straordinarie capacità di riuscire a mettere in campo un’ottima formazione per ogni partita, nonostante il continuo turnover.

In mattinata Russia e Usa si giocano il secondo posto, mentre Iran e Giappone concludono la competizione pur non potendo lottare per alcuna medaglia, ma per la gioia del pubblico di casa.

UPDATE: la Russia si è aggiudicata la medaglia d'argento battendo 3-0 gli Stati Uniti, stesso risultato ottenuto dall'Iran sul Giappone: la squadra di Velasco si piazza dunque al quarto posto.

Brasile - Italia 3-2 | Tabellino

Brasile - Italia 3-2 (25-22, 25-22, 23-25, 20-25, 15-11)

Brasile: Sidao 2, Bruno, Wallace 28, Lucarelli 13, Lucas 21, Mauricio 1, Mario (L). Lipe 3, Eder 3, Evandro 6, Raphael 1. Ne: Thiago. All. Bernardinho

Italia: Beretta 12, Zaytsev 27, Lanza 13, Birarelli 13, Travica, Kovar 3, Rossini (L). Sabbi, Dolfo 6, Baranowicz 4, Vettori. Ne: Piano. All. Berruto

Arbitri: Shaaban (Egitto) e Loderus (Olanda)
Durata set: 26, 29, 27, 26, 15
Italia: bs 19, a 8, mv 9, e 10
Brasile: bs 16, a 8, mv 9, e 11

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail