Bradley Wiggins chiede scusa dopo una battutaccia a una cena di beneficenza

Il ciclista ha detto una battuta a sfondo sessuale subito dopo che una vittima di abusi ha lasciato il palco a un evento benefico.

Bradley Wiggins si è messo nei guai per una battuta un po’ troppo volgare proferita in un momento decisamente sbagliato.

Il ciclista nei giorni scorsi ha partecipato a un evento di beneficenza che si è svolto al Rudding Park Hotel ad Harrogate, nello Yorkshire. Durante la serata una sua maglia autografata è stata messa all’asta per 5mila sterline e ognuno dei partecipanti ha staccato un assegno di almeno 300 sterline a sostegno delle vittime di abusi sessuali.

Proprio dopo che una di queste persone ha raccontato la sua terribile vicenda facendo commuovere i presenti, Bradley Wiggins, chiamato a intervenire dal banditore dell’asta, ha avuto un’uscita molto infelice che, a detta dei presenti, ha lasciato tutti attoniti.

Wiggo era presente alla cena con sua moglie Catherine e pare che non fosse ubriaco, sebbene l’alcol scorresse a fiumi nella sala. Quando ha preso la parola, pensando forse di fare un complimento al banditore, ha detto:

"You’ve got a posh voice. I like posh voices. S**k me off"

Che tradotto sarebbe “Hai una voce suadente. Mi piacciono le voci suadenti” e la seconda parte è meglio non tradurla perché è quella incriminata, incredibilmente volgare e fuori luogo.

Che Wiggins sia un po’ il bad boy dello sport britannico è cosa nota. Ha un passato da alcolista, ma le medaglie olimpiche e soprattutto il Tour de France vinto nel 2012 lo hanno riabilitato agli occhi dei suoi connazionali per i quali è un vero e proprio eroe, tanto da essersi meritato il titolo di “Sir”.

In questa circostanza, però, è stato molto poco signorile e sebbene chi lo conosce sia abituato al suo linguaggio molto colorito (non rinuncia alle parolacce nemmeno durante intervista molto importanti e formali, ma in tanti lo amano anche per questo), il momento era troppo inopportuno in questo caso e Wiggo ha dovuto chiedere scusa pubblicamente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail