I genitori di Federer: "Per Roger tutto è ancora possibile"

Robert e Lynette Federer, i genitori di Roger, hanno concesso un'ampia intervista al quotidiano online elvetico Sonntags Zeitung. I due hanno risposto alle domande di Renè Stauffer, giornalista e biografo "ufficiale" del tennista svizzero.

Tanti i temi affrontati. Si comincia dall'ultima stagione, la più deludente nella carriera del campione di Basilea che ha chiuso con un solo titolo all'attivo (Halle) e il sesto posto nel ranking Atp. Robert e Lynette sono ottimisti. In particolare la madre che afferma

E' possibile che la schiena abbia influito sul suo rendimento ma è un problema che arriva e sparisce velocemente. Nei tornei di fine stagione, mi è sembrato quello dei bei tempi e se non avrà altri infortuni per lui tutto ancora è possibile

Oltrechè dei successi sportivi del figlio, papà Robert è soddisfatto anche dei suoi traguardi extratennistici

La più grande soddisfazione per noi è vedere come Roger viene accolto negli stadi. L'ovazione a Basilea, dopo la semifinale persa, è stata emozionante (...) Mio figlio ha anche un grande senso della famiglia. E' cresciuto bene

Gli fa eco Lynette

E' vero. Ha avuto successo e sta rappresentando uno standard per le nuove generazioni di sportivo. Nonostante tutto questo, non è cambiato e si è adattato all'ambiente tennistico

Sempre presenti nelle partite più importanti del figlio, nonostante non si siedano mai vicino, Robert e Lynette hanno anche rivelato di avere un buon rapporto con gli staff dei rivali del figlio. Del resto di scaramucce in tribuna non si sono mai viste. Ricordo ancora benissimo il grande fair play di Robert che, al termine dell'epica finale di Wimbledon persa da Federer con Nadal, applaudì e strinse la mano a Rafa mentre il maiorchino correva ad abbracciare i suoi in tribuna. Il loro comportamento, sempre corretto, è stato da esempio a Roger. Non a caso, Federer ha vinto 9 delle ultime 10 edizioni dello Stephan Edberg Sportsmanship Award, premio assegnato al tennista più sportivo scelto dai colleghi.

Fonte: Ubitennis

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail