Bike Sharing - Il servizio di Parigi compie un anno di grande successo

Sb

Mentre Milano e Roma stanno compiendo i primi, insicuri, passi verso la realizzazione del progetto di un servizio di bike sharing, Ecoblog ci segnala un interessante report pubblicato dalla municipalità di Parigi dopo un anno dal lancio del servizio.

In Francia si chiama Velib e a 365 giorni dalla sua nascita conta 200.000 abbonati con un parco di 16.000 biciclette (a Milano se ne prevedono 1500, per il lancio). Ogni giorno, i parigini effettuano circa 120.000 tragitti (tasso di soddisfazione al 98%) e, nel 2008, il comune di Parigi dovrebbe incassare quasi 30 milioni di euro.

I primi dati sul campo, tuttavia, rivelano dei costi imprevisti di manutenzione del servizio parigino, che ne bloccano l’estensione alla periferia. In un anno sono state rubate 3000 biciclette: alcune sono state ritrovate a Marsiglia, nelle strade di Casablanca o in un campo nomadi in Romania. A questi dati vanno aggiunte circa 1500 riparazioni quotidiane, di cui 300 per danni importanti dovuti a vero e proprio vandalismo, e si arriva al 30% del totale dei cicli in circolazione che generano costi importanti.

Le contromisure? Le catene sono state rinforzate, così come i telai, ed i panieri sono stati saldati per evitare i furti sistematici. Tuttavia, il costo medio per bicicletta, inizialmente di 1000€ è salito a 2500. Forse, questi dati servono a prevenire i futuri costi “inattesi” per il servizio romano, fornendo un “breviario” per la Cemusa che gestisce quelle di Roma; un primo esempio: mettere le ruote piene (senza camere d’aria) per evitare le forature.

Via | Le Figaro
Foto | Treehugger
Comunicato CEMUSA

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: