Ivan Basso al Giro d'Italia 2014, Sagan alla Parigi-Roubaix. I programmi della Cannondale

I programmi di Ivan Basso, Peter Sagan, Elia Viviani, Moreno Moser e Damiano Caruso per il 2014.

In questi giorni della prima metà di dicembre i 27 corridori della Cannondale Pro Cycling, dopo il ritrovo in Val di Fassa, si sono allenati sulle strade della Toscana, regione sempre molto amata dai ciclisti. Ora che il primo ritiro atletico si è concluso, la società ha svelato i programmi per il 2014 dei suoi capitani.

Il più vincente della scorsa stagione, lo slovacco Peter Sagan, ripeterà più o meno le stesse gare, ma con una importantissima novità: tenterà la Parigi-Roubaix. In passato ha affrontato l'Inferno del Nord, appena 20enne, nel 2010 e nel 2011, ma è caduto. Quest'anno arriverà all'appuntamento con l'ultima classifica di primavera con più consapevolezza e lo farà dopo aver cercato il massimo risultato alle altre gare di cui già nel 2013 è stato grandissimo protagonista, cioè Milano-Sanremo, Harelbeke, Giro delle Fiandre e Gent-Wevelgem.

D'estate, poi, Sagan tenterà di prendersi per la terza volta consecutiva la Maglia Verde del Tour de France e di aggiungere qualche altra tappe alle cinque conquistate nelle ultime due edizioni. Il debutto di Sagan sarà al Tour de San Luis a gennaio, poi Dubai Tour, Tour of Oman, Strade Bianche e Tirreno-Adriatico. Inoltre, tra le classiche di primavera e il Tour de France correrà il Tour of California, dove dal 2010 ha sempre vinto la maglia a punti e conquistato ben dieci tappe.

Alle classiche del pavé Sagan avrà al suo fianco Oscar Gatto, Maciej Bodnar, Kristijan Koren, Ted King, Paolo Longo Borghini e Alan Marangoni. Alla Tirreno-Adriatico oltre a Gatto ci saranno anche Daniele Ratto e Moreno Moser. Quest'ultimo ci sarà anche in altre importanti gare: Tour de San Luis, Dubai Tour, Tour of Oman, Strade Bianche, Tirreno-Adriatico, Moser affronterà la prima classica, la Milano-Sanremo, dopo la quale il 23enne italiano deciderà se disputare anche il Giro d'Italia o un altro grande giro. Ci sarà di sicuro alle classiche delle Ardenne Amstel Gold Race, Flèche Wallonne e Liege-Bastogne-Liege.

Per quanto riguarda il capitano dei capitani, Ivan Basso, per lui il clou sarà il Giro d'Italia, dove correrà per cercare la terza vittoria dopo quelle del 2006 e del 2010. La sua stagione inizierà con il GP Costa degli Etruschi, poi Trofeo Laigueglia, Tour of Taiwan, Volta Ciclista a Catalunya, Giro del Trentino e Tour de Romandie. Molto probabilmente disputerà anche la Vuelta nella seconda parte della stagione.

Il velocista Elia Viviani affiancherà Basso al Giro. Il suo debutto stagionale avverrà al Tour Down Under, cui seguirà il Tour of Qatar, poi a febbraio sarà impegnato ai Mondiali di ciclismo su pista a Calì, in Colombia e quando tornerà in Europa, dopo un po' di riposo e di riadattamento alla strada, correrà il Giro del Trentino, il Tour de Romandie e, dopo il Giro d'Italia, il Giro del Delfinato.

Anche Damiano Caruso, come Moser e Sagan, inizierà la stagione con il Tour de San Luis e poi il Dubai Tour, poi si aggregherà a Basso per il Laigueglia e proseguirà con GP di Camaiore, Paris-Nice, Milano-Sanremo, Vuelta Pais Vasco e le tre classiche delle Ardenne dove con lui ci saranno Marco Marcato, Alessandro De Marchi, Daniele Ratto e i giovani Matej Mohoric e Davide Villella. Caruco ci sarà anche al Tour of California con Sagan, poi il Giro di Svizzera e il Tour de France.

La Cannondale si presenterà al Tour of California, oltre che con Sagan e Caruso, anche con King, Bodnar, Boivin e Sabatini. Per i grandi giri la composizione della squadra sarà decisa durante la stagione a seconda dei percorsi e delle condizioni fisiche, mentre per quanto riguarda i giovanissimi Mohoric (campione del Mondo juniores nel 2012 e Under 23 nel 2013), Bettiol e Formolo, sarà studiato un programma ad hoc in modo da farli inserire gradualmente nel professionismo.

Foto © Facebook Cannondale Pro Cycling

  • shares
  • Mail