Sci, Cdm Discesa libera maschile a Bormio: Dominik Paris non c'è

L'ematoma al polpaccio sinistro dà ancora fastidio.

L'Italjet deve purtroppo fare a meno di una delle sue punte di diamante per la discesa libera di Bormio: Dominik Paris, primo quest'anno a Lake Louise, è ancora alle prese con un ematoma al polpaccio sinistro e preferisce non rischiare.

Il ct Claudio Ravetto ha detto che se questa stagione fosse stata come tutte le altre probabilmente Paris avrebbe fatto un tentativo su una pista come la Stelvio che lui ama molto e su cui ha vinto l'anno scorso, ma questa è la stagione olimpica ed è meglio recuperare con calma anche dai piccoli infortuni.

Lo stesso Domme ha detto che in questi giorni fa fatica a calzare lo scarpone sinistro e sciando sente dolore, quindi i suoi movimenti non sono naturali. Ci ha provato ieri, a casa sua, in Val d'Ultimo, ma ha deciso che è meglio aspettare che l'ematoma che si è procurato la settimana scorsa, nella prova del mercoledì in Val Gardena, se ne vada definitivamente prima che il campione torni in pista.

Anche perché a gennaio, prima delle Olimpiadi di Sochi di febbraio, ci saranno gare più importanti a cui è bene non mancare, anche per affinare lo stato di forma e arrivare al massimo alle prove a cinque cerchi.

Intanto in questi giorni Paris ha deciso, di comune accordo con il dottor Panzeri, di restare a casa a curare l'ematoma, poi martedì 31 dicembre dovrebbe riprovare a calzare gli sci e a vedere se le sensazioni miglioreranno e se potrà tornare a sciare con scioltezza e senza accusare più il fastidioso dolore che deriva dal colpo preso quando cadendo in Val Gardena gli si è sganciato lo sci sinistro e lo ha colpito proprio sul polpaccio, poco sopra il gambaletto dello scarpone.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail