Ciclismo, nuovo ct della nazionale: quasi fatta per Davide Cassani

L'annuncio ufficiale dovrebbe arrivare a metà gennaio, dopo il primo consiglio federale del 2014.

Manca l'ufficialità, che forse arriverà dopo il primo consiglio della Federciclismo del 2014, a metà gennaio, ma che Davide Cassani sarà nuovo ct della nazionale italiana sembra praticamente certo. Lo si intuisce soprattutto dalle parole che il diretto interessato e il presidente della Fci Renato Di Rocco hanno detto ai giornalisti che li hanno contattati in questi giorni che sono seguiti all'addio di Paolo Bettini che si aggrega all'ambizioso progetto di Fernando Alonso.

A l'Unità, La Stampa, La Gazzetta dello Sport, Cassani e Di Rocco hanno confermato di essersi già sentiti e che da entrambe le parti c'è la volontà di concludere al più presto la trattativa. Ovviamente ci sono alcuni elementi da sistemare, a partire dal contratto di Cassani con la Rai con cui ha un rapporto lavorativo che va avanti da 18 anni.

Lo stesso Cassani, augurando un buon anno ai suoi follower su Twitter, ricorda come i nove anni in maglia azzurra (era il regista in corsa della nazionale di Alfredo Martini) gli abbiano dato la possibilità di collaborare con la Rai e come ora l'esperienza in Rai possa permettergli di ritornare in nazionale da numero uno:


Il presidente Di Rocco ha detto che l'idea di mettere Cassani alla guida della nazionale c'era stata già dopo la morte di Franco Ballerini, ma si preferì Paolo Bettini che in quattro stagioni ha raccolto solo due quarti posti ai Mondiali, nel 2010 con Filippo Pozzato e nel 2013 con Vincenzo Nibali. Non sarà difficile fare meglio, ma neanche troppo facile. Di certo Cassani ha un ottimo rapporto con tutti i ciclisti ed è uno che ha sempre molta voglia di imparare, come ha dimostrato negli ultimi tempi andandosene per qualche settimana in Inghilterra, terra in cui ci sono stati i maggiori progressi in questo sport negli ultimi anni. La scusa ufficiale è stata quella di imparare meglio la lingua, ma ha studiato anche il boom della bici in questo Paese.

A La Stampa Cassani ha detto:

"Non so ancora se davvero potrò essere io il nuovo ct, ma certo mi piacerebbe molto. per me sarebbe come realizzare un sogno"

E allo stesso quotidiano Di Rocco ha confermato:

"Davide è in pole position. Gli ho già parlato, so che ci tiene tantissimo e mi sembra la figura ideale per quel ruolo"

Il presidente Fci ha anche detto che presto parlerà con Mauro Mazza, direttore di RaiSport, e non è escluso che Cassani possa continuare a commentare qualche gara, magari quelle della prima parte della stagione.

Insomma, competenza, carattere e carisma per ricoprire il ruolo di ct a Cassani assolutamente non mancano, ma se dovesse esserci un colpo di scena e la trattativa dovesse saltare, il primo indiziato dopo Cassani sarebbe Stefano Zanini, direttore sportivo dell'Astana di Nibali, ma si fanno anche i nomi di Maurizio Fondriest, Moreno Argentin, Maximilian Sciandri, Michele Bartoli, Roberto Damiani.

Foto © Facebook Davide Cassani

  • shares
  • Mail