Atp Brisbane 2014: Hewitt vince la finale contro Federer

Lleyton Hewitt vince l'Atp 250 di Brisbane. Sconfitto in finale, in tre set, la testa di serie n°1 Roger Federer con il punteggio di 6-1; 4-6; 6-3 in 2 ore e 8 minuti di gioco.

Inizio favorevole a Hewitt. Imbarazzante Federer. Poco da commentare nel primo set. Falloso e deconcentrato, in 15 minuti, l’elvetico concede un doppio break all’avversario che, senza strafare, si ritrova in vantaggio 4-1. Roger continua a sbagliare di tutto e perde il servizio per la terza volta nel settimo game, dopo aver annullato ben quattro set point. 6-1 Hewitt che capitalizza al meglio il 100% dei punti ottenuti con la prima e i 22 errori gratuiti commessi dal numero 6 del mondo, decisamente troppi in una finale.

C’è qualcosa che non va nei movimenti di Federer (schiena ancora sofferente ?) che non riesce a fronteggiare, in alcun modo, i colpi di Hewitt e a proporre una strategia di gioco efficace. Il primo game di servizio del secondo set è un altro supplizio ma, almeno stavolta, lo svizzero riesce a salvarsi dopo tre vantaggi. Dopo tante difficoltà, Roger riacquista un minimo di fiducia e si procura la prima palla break in un combattuto quinto game. Hewitt però rintuzza prontamente l’offensiva con una volee in allungo, 3-2 per il padrone di casa che poi non sfrutta l’occasione di uccidere il match sul 4-3; 30-40 in suo favore. Il tennis, si sa, è uno sport del diavolo e, in pochi istanti, si passa dal possibile 5-3 per l’australiano al 5-4 per Federer che ottiene il primo, insperato, break del match nel nono game rimontando da 40-0 per poi chiudere il set con tre ace. 6-4 per l’elvetico che, fino a cinque minuti prima, sembrava davvero spacciato.

Il terzo set si apre con Hewitt al servizio. Soffre tremendamente l’australiano ma Federer non sfrutta alcuna delle quattro occasioni per il break concesse dall’avversario. Di lì a poco l’inerzia del match cambia di nuovo. E’ proprio Hewitt a piazzare un nuovo allungo sul 2-1. Confermato il vantaggio, anche grazie agli errori in serie di Roger, Rusty vola 4-1, annulla, con personalità, due palle per il possibile controbreak sul 4-2 e vince meritatamente 6-3 tra gli applausi del pubblico di casa. Per l’ex numero uno del mondo è il primo titolo Atp dopo tre anni. L’ultimo lo vinse nel giugno 2010 ad Halle proprio contro Federer. Per Roger, dopo un inizio di settimana confortante, segnali poco incoraggianti in vista degli Australian Open.

Atp Brisbane 2014: la finale Hewitt-Federer

Atp Brisbane 2014: la finale Hewitt-Federer

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail