Frase shock di Holyfield sull'omosessualità: "Va curata, è una malattia"

L'ex campione del mondo dei pesi massimi sta partecipando a "Celebrity Big Brother".

Davvero infelice la battuta che Evander Holyfield si è lasciato sfuggire durante la sua partecipazione al reality show Celebrity Big Brother. Il quattro volte campione del mondo dei pesi massimi, oggi 52enne, durante una puntata, mentre parlava con l'attrice Luisa Zissman, ha fatto un'osservazione sull'omosessualità che ha scatenato, giustamente, molte polemiche ma che poi, di fatto, non gli è costata alcuna reale punizione.

Holyfield e Zissman stavano discutendo sul tema dell'omosessualità tra gli atleti e la donna ha detto:

"Credo che sia profondamente sbagliato che quasi nessuno si faccia avanti nel mondo dello sport"

A questo punto Holyfield ha risposto:

"Che cosa sarebbe giusto? Questa non è mica una cosa normale. La Bibbia mostra che cosa è giusto e cosa è sbagliato. Se nasci con un difetto a una gamba, vai dal medico e cerchi di curarlo. Questa è la stessa cosa"

La produzione del programma ha rimproverato l'ex pugile per "il suo comportamento e il suo linguaggio inaccettabili", tuttavia, pur avendogli detto di riflettere sui "possibili effetti di certe sue affermazioni all'interno della casa", non è stato preso alcun provvedimento. Insomma, se in Italia basta una bestemmia per andare a casa, Holyfield se l'è cavata semplicemente con un rimprovero nonostante abbia offeso, con questa sua affermazione, milioni di persone.

Holyfield, lo ricordiamo, più che per i suoi quattro titoli mondiali o la medaglia di bronzo alle Olimpiadi del 1984, è ricordato soprattutto per il suo incontro con Mike Tyson del 28 giugno 1997, quando Iron Mike gli morse l'orecchio strappandogli una parte del lobo. Era la seconda volta che i due si affrontavano, la prima, un anno prima, si era conclusa con una vittoria di Holyfield per KOT all'undicesima ripresa, mentre la seconda, ovviamente, si chiude con la squalifica di Tyson e il successo a tavolino di Holyfield.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail