Sochi 2014, l'annuncio ufficiale di Lindsey Vonn: "Non ci sarò alle Olimpiadi"

La sciatrice americana si sottoporrà a un nuovo intervento chirurgico al ginocchio.

Quello che molti temevano, soprattutto dopo averla vista lo scorso 21 dicembre in Val d'Isère, purtroppo ora è stato ufficialmente confermato: Lindsey Vonn non ci sarà alle Olimpiadi di Sochi 2014, il suo ginocchio è troppo instabile, le impedisce di competere ad alto livello e ora la sciatrice americana si sottoporrà a un altro intervento chirurgico.

L'annuncio lo ha dato lei stessa attraverso il suo profilo Facebook:

"Sono distrutta nell'annunciare che non sarò in grado di gareggiare a Sochi. Ho fatto tutto il possibile, ma purtroppo il mio ginocchio è troppo instabile per competere a questi livelli. Presto mi farò operare di nuovo in modo da essere pronta per i Mondiali a Vail a febbraio. Guadiamo il lato positivo: vuol dire che ci sarà un altro posto in squadra per una mia compagna che possa competere per l'oro"

Poi Lindsey ha ringraziato tutti i suoi fan per l'amore e il supporto e ha detto che ovviamente farà il tifo per la squadra americana a Sochi.

Le lacrime in Val d'Isère, quando il suo ginocchio l'ha costretta a fermarsi a metà gara durante la sua disciplina preferita, la discesa libera, davanti agli occhi del fidanzato Tiger Woods, che per la prima volta andava a vedere una sua gara dal vivo, facevano intuire che la condizione della Vonn non era ancora quella che le sarebbe servita per affrontare la stagione olimpica.

La strada del recupero è stata piena di insidie dopo il terribile incidente dell'anno scorso, quando, il 5 febbraio 2013, durante il SuperG dei Mondiali di Schladming, si è fratturata il piatto tibiale laterale della gamba destra e si è rotta anche il legamento crociato anteriore e il collaterale mediale, riportando inoltre la rottura del setto nasale e un live trauma cranico a causa di una disastrosa caduta.

La statunitense è tornata in pista dopo mesi di riabilitazione lo scorso autunno, ma il 19 novembre si è procurata uno strappo parziale del legamento anteriore del ginocchio, poi finalmente il ritorno alle gare a Lake Louis, dove ha ottenuto il quinto posto nel SuperG, ma di nuovo un altro stop in Val d'Isère. Un calvario durato quasi un anno, che la fortissima sciatrice americana spera di archiviare una volta per tutte nel 2014, anche se deve rinunciare all'appuntamento a cui teneva di più, le Olimpiadi, manifestazione in cui in passato ha già vinto un oro e un bronzo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail