Australian Open 2014: Seppi batte Hewitt, Nadal vince per ritiro di Tomic, bene Federer e Murray, i risultati di martedì 14 gennaio

Andreas Seppi infligge un grande dispiacere al pubblico australiano battendo Lleyton Hewitt al termine di un'autentica battaglia durata più di quattro ore e cinque set in un caldo opprimente. Dopo aver vinto i primi due parziali, Seppi ha subito la rimonta dell'australiano che vince i seguenti due parziali 7-5, rimontando, in entrambi, un break di svantaggio. Vibrante il set decisivo. Andreas strappa il servizio in avvio a Hewitt, vola 3-0, spreca due occasione per allungare 4-0, si irrigidisce e si fa di nuovo rimontare dall'ex numero uno che lo breakka sul 4-3. Di nuovo pari. Seppi non sfrutta due opportunità per un altro break sul 4-4 ed annulla addirittura un match point, con un ace, sotto 5-4. Hewitt, stremato, accusa il colpo, perde di nuovo il servizio e, in vantaggio 6-5, con quattro prime Andreas conquista una gran bella vittoria. Giovedì affronterà l'americano Donald Young.

Si conclude subito il big match di giornata tra Nadal e Tomic. La partita dura un solo set, il primo, vinto da Rafa 6-4 con un break sul 4-4, poi l'australiano, tra i mugugni di delusione della Rod Laver Arena, lascia il campo per un risentimento muscolare alla coscia. Quello di Tomic è il quinto ritiro di giornata che si aggiunge a quelli di Isner, Stepanek, Haase e Reister.

Debutto con vittoria per Roger Federer che, nella nottata italiana, supera l'australiano Duckworth in tre set 6-4; 6-4; 6-2, punteggio che sarebbe potuto essere anche più largo se l'elvetico avesse sfruttato con maggiore efficacia le numerose palle break concesse dall'avversario (4 sfruttate su ben 17 a disposizione). Un esordio, comunque, tutto sommato comodo e senza sussulti per Federer che, giovedì, troverà, al secondo turno, come agli Us Open 2013, lo sloveno Blaz Kavcic che ha approfittato del ritiro di Stepanek ad inizio quarto set per un problema al collo. Il ceco era in vantaggio 2 set a 1. Dunque, dopo la fidanzata Petra Kvitova, anche Radek lascia subito il torneo.
Nessun problema per Murray che lascia solo cinque game al nipponico Soeda. Passa anche Del Potro che si distrae nel primo set al tie break con Rhyne Williams ma poi vince i successivi tre senza strafare con un unico break per parziale.

Gli altri verdetti. Nessun problema per Tsonga che soffre solo un set, il primo, con il nostro Volandri. Raonic e Dimitrov vincono in quattro su Gimeno Traver e Khlan. Nishikori impiega oltre tre ore e cinque set per eliminare l'insidioso Matosevic. Bene Paire , Verdasco e Monfils che rifila un triplo 6-4 a Harrison. L'altro francese, Gilles Simon, vicino al forfait sabato scorso, ha vinto la battaglia di giornata con Brands terminata, nella nottata australiana, con un eloquente 16-14 al quinto set. Vittoria in rimonta, al quinto, anche per Cilic su Granollers. Il croato è seguito a Melbourne dall'indimenticato Goran Ivanisevic.

Isner, reduce dalla vittoria a Auckland, abbandona il match con Klizan sotto di due set per un infortunio alla caviglia. Kohlschreiber nemmeno scende in campo. Al suo posto il lucky looser Robert che batte Bedene. Lu si aggiudica il derby di Taipei con Wang. Eliminati, tra gli altri, Llodra e Gojowczyk, la sorpresa di Doha, sconfitto da Hanescu

Australian Open 2014: i risultati di martedi 14 gennaio

Rod Laver Arena

Federer b. Duckworth 6-4; 6-4; 6-2
Seppi b. Hewitt 7-6; 6-3; 5-7; 5-7; 7-5
Nadal b. Tomic 6-4 ritiro

Hisense Arena

Tsonga b. Volandri 7-5; 6-3; 6-3
Murray b. Soeda 6-1; 6-1; 6-3

Margaret Court Arena

Del Potro b. Williams 6-7; 6-4; 6-4; 6-3
Monfils b. Harrison 6-4; 6-4; 6-4

Altri campi

Nishikori b. Matosevic 6-3; 5-7; 6-2; 4-6; 6-2
Klizan b. Isner 6-4; 7-6; ritiro
Paire b. Dancevic 7-6(12) 6-3 6-4
Robert (LL) b. Bedene 7-6(3) 6-3 6-0
Simon b. Brands 6-7; 6-4; 3-6; 6-4; 16-14
Raonic b. Gimeno Traver 7-6(2) 6-1 4-6 6-2
Cilic b. Granollers 4-6; 4-6; 6-3; 6-3; 6-2
Verdasco b. Zhang 5-7 6-3 6-2 6-3
Dimitrov b. Klahn 6-7(7) 6-4 6-4 6-3
Feliciano Lopez b. Devvarman 6-4; 6-4; 7-6
Kavcic b. Stepanek 6-7(3) 4-6 6-1 2-0 ritiro
Kyrgios b. Becker 6-3 6-7(5) 6-2 7-6(2)
Kokkinakis b. Sijsling 7-6; 0-6; 7-6; 6-2
Przyeszny b. Zeballos 6-3 7-6(4) 7-5
Berrer b. Llodra 6-4 7-5 6-1
Rola b. Delbonis 6-4 6-2 7-5
Bautista Agut b. Smyczek 6-2 6-1 6-1
Lu b. Wang 6-3 6-2 6-1
Gabashvili b. Stakhovsky 6-7(3) 6-4 6-2 6-0
Bellucci b. Reister 4-6; 6-3; 7-6 ritiro
Lajovic b. Pouille 6-4; 7-6; 4-6; 6-3
Donald Young b. Haase 6-7; 7-6; 6-2; 1-0 ritiro
Sock b. Kamke 7-6; 5-7; 6-2; 6-4
Hanescu b. Gojowczyk 7-6(5) 7-6(5) 6-3
Millot b. Odesnik 7-5; 4-6; 6-7; 6-1; 6-3

Australian Open 2013: Day 2  - Martedì 14 gennaio

Australian Open 2013: Day 2 - Martedì 14 gennaio

Australian Open 2014: programma seconda giornata | 14 gennaio

Si completa il primo turno agli Australian Open 2014 con i match della parte alta del tabellone in cui alberga un rooster di teste di serie da sogno: Nadal, Murray, Federer, Del Potro e Tsonga. Tutti saranno in campo tra la notte di lunedì 13 e la mattina di martedì 14, in quella che si prospetta una giornata di grande tennis.

Australian Open 2014: tabellone e risultati aggiornati

Il match clou della seconda giornata tra Nadal e Tomic si disputerà, fortunatamente per noi, alle 9 ora italiana, alla Rod Laver Arena. In conferenza stampa, l'australiano, reduce dalla finale di Sydney, persa nettamente con Del Potro, non ha nascosto la sua ambizione di poter quantomeno impensierire il numero uno del mondo che, torna, in Australia dopo l'assenza del 2013. Nadal parte certamente favorito e, in cuor suo, si sarebbe augurato, certamente un esordio ben più agevole come quello che attende i suoi rivali.

Federer, alla prima con Edberg all'angolo, affronta alle 2.30, in piena notte, sempre sul Centrale, il tennista locale Duckworth, n°133 Atp e frequentatore abituale dei Challenger. Non dovrebbero esserci pericoli per Roger se non il caldo opprimente. Per domani sono attese infatti temperature proibitive anche all'ombra con punte di 40 gradi. Murray, alle 7 circa, comincia il suo cammino contro il giapponese Go Soeda, ex allievo di Davide Sanguinetti. Del Potro, vincitore a Sydney, testerà la Margaret Court Arena con il qualificato americano Rhyne Williams mentre Tsonga, sulla Hisense Arena, trova il nostro Filippo Volandri, chiamato a onorare un impegno davvero proibitivo.

A proposito di italiani. All'alba sul Centrale, Seppi affronta l'idolo di casa Lleyton Hewitt, in grande fiducia dopo la vittoria a Brisbane con Federer. Per Andreas davvero un sorteggio sfavorevole. Tra l'altro l'azzurro ha tanti punti da difendere, visto che un anno fa raggiunse gli ottavi di finale. Vi segnalo, tra gli altri match in programma, Cilic-Granollers; Monfils-Harrison; Simon-Brands e l'insolito derby di Taipei tra Lu e Wang.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail