Australian Open 2014: Fognini agli ottavi affronterà Djokovic, passano Ferrer e Berdych, i risultati di venerdì 17 gennaio

2014 Australian Open - Day 5

Splendida qualificazione agli ottavi di finale per Fabio Fognini che supera in tre set Sam Querrey e ottiene il miglior risultato in carriera nello Slam australiano. Grande prestazione per l'azzurro che, appena una settimana fa, era ancora in dubbio a causa dell'infortunio subito a Chennai. Avvio in salita per Fabio. Querrey, invece, parte bene e, in vantaggio di un break va a servire per il set sul 5-3. Avanti 30-15, l’americano subisce il ritorno prepotente dell’azzurro che, ottenuto il controbreak, infila quattro game di fila e conquista il primo parziale 7-5. Dopo la sospensione per pioggia, comincia il secondo set. Ottimo il rendimento dell’azzurro al servizio. Tiene anche Querrey che commette però un disastro sul 4-4 con due errori con una palla corta e un dritto che spianano la strada all’allungo di Fognini che poi non si fa pregare e chiude 6-4. Nel terzo, dopo aver sprecato due palle break sull'1-1, l'azzurro strappa di nuovo il servizio all'avversario sul 3-3 e ottiene il meritato trionfo.

Prossimo avversario di Fognini, Novak Djokovic. Altro allenamento agonistico per il serbo che, nella nottata australiana, supera in tre Denis Istomin. Unico brivido nel finale del terzo set, quando in vantaggio 5-4, Nole ha concesso il controbreak all'uzbeko che poi ha smarrito di nuovo il servizio nel game seguente, consentendo al campione uscente di chiudere 7-5.

Altri verdetti. L'inossidabile Robredo piega anche Gasquet, rimontando il set iniziale di svantaggio. Qualificazione agevole agli ottavi per Ferrer, Berdych e Florian Mayer. L'iberico ha reso più facile del previsto, almeno nel punteggio, la sfida con l'insidioso Chardy. Qualche problema solo nel secondo set quando Ferru ha dovuto rimontare lo svantaggio di 5-3; 40-0 per poi imporsi al tie break. Prossimo match con Florian Mayer che elimina l'incerto Janowicz in tre set. Pessima la prestazione del polacco autore di ben 44 errori non forzati, troppi per rimanere in scia di un regolarista come il tedesco. In conferenza stampa, Jerzy ha poi rivelato di aver giocato a Melbourne con la frattura al piede non ancora riassorbita del tutto. Prosegue il percorso netto di Berdych che vince di nuovo in tre con il qualificato bosniaco Dzumhur che si congeda dal torneo con il miglior risultato in carriera. Il ceco, come l'anno scorso, affronterà agli ottavi Kevin Anderson che rimonta due set di svantaggio e si impone al quinto (e dopo quattro ore di partita) Roger Vasselin. Nel set finale, il sudafricano ha annullato un match point all'avversario. Per Anderson, Berdych è un autentico spauracchio visto che ci ha perso 9 volte su 9.

Australian Open 2014: i risultati venerdì 17 gennaio

Ferrer b. Chardy 6-2; 7-6; 6-2
Djokovic b. Istomin 6-3; 6-3; 7-5
Berdych b. Dzumhur 6-4; 6-2; 6-2
Robredo b. Gasquet 2-6; 7-5; 6-4; 7-6(6)
Anderson b. Roger Vasselin 3-6; 4-6; 6-3; 7-6; 7-5
Fognini b. Querrey 7-6; 6-4; 6-4
Florian Mayer b. Janowicz 7-5; 6-2; 6-2
Wawrinka b. Pospisil ritiro

Australian Open 2014: tabellone e risultati aggiornati

Australian Open - Day 5 - 17 gennaio

Australian Open - Day 5 - 17 gennaio

Australian Open 2014: il programma di venerdì 17 gennaio

Venerdì con i primi match di terzo turno agli Australian Open 2014. Si comincia con la parte bassa del tabellone, quella di Djokovic, Ferrer, Berdych, Gasquet e del nostro Fognini. Stan Wawrinka è già agli ottavi di finale. Il suo avversario odierno, il canadese Pospisil si è ritirato per un infortunio alla schiena già emerso nella sfida di mercoledì vinta con Ebden.

Fognini scenderà in campo alle 9 ora italiana. Ad attendere l'azzurro c'è Sam Querrey. Nessun precedente tra i due. Non inganni la differenza di ranking (16-51). Sul cemento, l'americano è un cliente insidioso per tutti, specie se dovesse funzionare la prima di servizio. Chiedere a Gulbis per conferma. Per Fognini, comunque, una discreta opportunità per qualificarsi, per la prima volta in carriera, agli ottavi di Melbourne dove - speriamo - potrebbe affrontare Novak Djokovic. Per Nole, in campo alle 10.30 sulla Rod Laver Arena, c'è Istomin, l'uzbeko già sconfitto tre volte in altrettanti match disputati. L'ultima sfida tra i due è della scorsa estate, al Masters di Montreal, e il serbo dovette rimontare un set di svantaggio. Prevedo, comunque, una vittoria senza eccessivi patemi per il campione uscente.

Nella nottata italiana, tocca a Ferrer e Berdych. Per il valenciano c'è Jeremy Chardy, un avversario non proprio malleabile che deve difendere i quarti di finale raggiunti nella scorsa edizione. Thomas, invece, dopo le facili vittorio con Nedovesov e De Schepper doverebbe porre fine al cammino del bosniaco Damir Dzumhur, n°188 Atp proveniente dalla qualificazioni, già entrato nella storia tennistica del suo paese. Per Gasquet c'è l'inossidabile Robredo. Completano il programma un interessante Janowicz-Florian Mayer e Anderson-Roger Vasselin. Dovesse passare, il sudafricano potrebbe incontrare, per l'ennesima volta, Thomas Berdych.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail