Australian Open 2014: Djokovic travolge Fognini e vola ai quarti, passano Ferrer, Wawrinka e Berdych, i risultati di domenica 19 gennaio

2014 Australian Open - Day 7

Non c'è stata partita tra Novak Djokovic e Fabio Fognini. Netta la vittoria del serbo nel match di ottavi di finale disputato all'alba e conclusosi, rapidamente, in tre set, con il punteggio di 6-3; 6-2; 6-0. Brutta la prestazione dell'azzurro che aveva fatto ben sperare nei turni precedenti. 44 errori gratuiti e 7 doppi falli cui si è affiancata la solita, ostentata, indolenza e teatralità, sono decisamente troppi per sperare di far partita pari con il detentore del titolo. Di fatto si è giocato fino al 2-1 del primo set. Ottenuto il primo break del match, Djokovic ha preso il largo, rallentando solo a inizio terzo set quando Fabio ha resistito fino al 2-2. Non ci aspettavamo certo una vittoria.
Nei quarti, Nole attende Stan Wawrinka che supera Robredo in tre set. Dopo un primo set vinto agevolmente, nel secondo l'elvetico spreca di tutto e sul 5-4, al momento di servire per il doppio vantaggio, si fa breakkare ed è costretto al tie break nel quale rimonta il minibreak iniziale e vince 7-3. L'ennesima comeback, stavolta, non riesce a Robredo che ha, tuttavia, il merito di rimanere in scia nella terza frazione con due palle break sprecate sul 3-2. Nel tie break conclusivo, Tommy ha un'ultima fiammata ma, avanti 4-2, subisce il ritorno prepotente di Wawrinka che conquista la qualificazione con il 7-5 finale.

Nell'altro match disputato in nottata, vittoria di David Ferrer contro Florian Mayer. Ancora una volta, l'iberico ha ceduto un set, il primo al tie break, per poi avviare la rimonta completata, dopo un sofferto 7-5 nel secondo parziale, dal 6-2; 6-1 nei due set seguenti. Ferru affronterà ai quarti Thomas Berdych. In formissima, il ceco ha dominato in tre set Kevin Anderson, sconfitto per la decima volta consecutiva, la terza di fila agli Australian Open nelle ultime tre edizioni. Sta giocando un gran bel tennis il ceco. Vedremo se saprà mantenere un tale livello di gioco con avversari più impegnativi

Australian Open 2014: ottavi, i risultati di domenica 18 gennaio

Djokovic b. Fognini 6-3; 6-0; 6-2
Ferrer b. F. Mayer 6-7; 7-5; 6-2; 6-1
Berdych b. Anderson 6-2; 6-2; 6-3
Wawrinka b. Robredo 6-3; 7-6; 7-6(5)

Australian Open 2014: tabellone e risultati aggiornati

Australian Open 2014: il programma di domenica 19 gennaio

Domenica con i primi quattro match degli ottavi di finale agli Australian Open 2014.

Il match clou si gioca, ahime, in piena notte tra le 4 e 5 con il nostro Fabio Fognini che affronta il detentore del titolo Novak Djokovic. Sulla carta non dovrebbe esserci partita. Djokovic parte, indubbiamente, favorito, forte delle 7 vittorie in altrettanti precedenti e di una superiorità indiscutibile. L'auspicio è che Fabio possa almeno giocarsela. Le partite precedenti disputate dal ligure fanno ben sperare. Se si esclude l'esordio con il ritiro di Bogomolov, Fognini ha vinto e convinto con Nieminen e soprattutto con Querrey, avversario ostico sul veloce. Djokovic, nella prima settimana, si è allenato in campo con Lacko, L.Mayer e Istomin. Oggi lo attende un test più impegnativo. Lo pronostico vincitore ma a Fabio concedo almeno un set. Chi vince trova ai quarti di finale Wawrinka o Robredo, cui gli organizzatori hanno concesso la platea della sessione serale sulla Rod Laver Arena (10.30). Per Stan, che al terzo turno ha approfittato del ritiro di Pospisil, la possibilità di riscattare le due sconfitte subite, entrambe in tre set, dall'iberico nei due match disputati nel 2013 a Casablanca e Cincinnati. Robredo non molla mai ma ritengo che Wawrinka possa farcela.

In nottata (alle 4 circa) David Ferrer affronta Florian Mayer. Sfida tra regolaristi con Ferru che non dovrebbe lasciarsi sfuggire l'ennesima qualificazione ai quarti di uno Slam. Chi passa trova Berdych o Anderson (ore 7) che tornano a fronteggiarsi a Melbourne per il terzo anno consecutivo a Melbourne. Nella scorsa edizione del torneo, i due si ritrovarono contro proprio negli ottavi con vittoria di Berdych in quattro. Fu il primo di altri quattro successi del ceco nel 2013. Per Anderson, il ceco è un autentico tabu. In due ci ha perso ben 9 volte.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail