Sochi 2014: minaccia terroristica via mail? Una bufala

Tanta paura per nulla.

Sochi 2014 - Una bufala la mail con minacce terroristiche

Sochi 2014: ha fatto enorme scalpore la minaccia via mail giunta all'Italia e ad altre federazioni olimpiche.

Al punto che il CIO ha diramato un comunicato stampa e c'è chi ha parlato di un'Olimpiade da prigionieri nel villaggio olimpico.

La mail è arrivata in un momento, in un periodo storico, in un contesto particolarmente favorevole per attecchire, visto che c'è grande preoccupazione, in Russia, per la minaccia del terrorismo. E ha sobillato la paranoia globale.

Il problema è che era una bufala.

Ecco i fatti, come li racconta la Reuters.

I comitati olimpici di Italia, Ungheria, Germania, Slovenia, Slovacchia e U.S.A. ricevono una mail con minacce terroristiche.

Grande preoccupazione, reazioni, interviste preoccupate, commenti di ministri e via dicendo.

Poi però dall'Ungheria fanno indagini e scoprono che la mail è stata inviata da un mitomane che già in passato aveva inviato mail simili a stati membri del comitato olimpico internazionale.

Amen.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail