Atp Rio de Janeiro 2014: Nadal, Fognini e Ferrer agli ottavi di finale

Con il minimo sforzo, Rafa Nadal ha sconfitto all'esordio del Rio Open, il connazionale Gimeno Traver in due set, 6-3; 7-5, qualificandosi agli ottavi di finale. Non è stata una prestazione indimenticabile quella dello spagnolo. La schiena, infortunata tre settimane fa a Melbourne nella finale degli Australian Open persa con Wawrinka, dà ancora qualche problema. La conferma è arrivata ieri, specie nel movimento del servizio. Meno male che Gimeno è un avversario abbordabile anche in queste condizioni. Il valenciano non ha sfruttato una palla break nel primo turno in battuta di Rafa, facendosi poi breakkare sul 3-2 in suo sfavore, cedendo così il set. Nel secondo parziale, Gimeno si porta in vantaggio 2-0; 40-30 ma manca l'allungo e subisce il controbreak. Scampato il pericolo, Nadal torna a premere, fallisce tre occasioni per strappare il servizio all'avversario sul 4-4 ma rimedia nell'undicesimo gioco, conquistando la sua 800° vittoria Atp. Agli ottavi, Rafa avrà un altro derby, piuttosto comodo, con il connazionale Montanes (6-1; 7-6 a Haase)

Passa, con qualche patema, anche Fabio Fognini che batte per la quinta volta in altrettante sfide disputate lo sloveno Bedene (7-6; 0-6; 6-1). Stanco, (dalla Davis non si è più fermato) l'azzurro parte al rilento e si ritrova sotto 0-4; 15-40 nel set di apertura prima di avviare una rimonta che lo porta a impattare 5-5 con il secondo break ottenuto sul 5-4 con l'avversario in battuta. Nel tie break, Bedene ha un'altra opportunità per chiudere ma sul 5-4 e servizio subisce tre punti consecutivi che consentono a Fabio di incamerare il parziale. Lo sforzo però si fa sentire. E'ancora lo sloveno a fare gara di testa nella seconda frazione. Stavolta non si fa rimontare e chiude con un bagel (6-0) in appena 20 minuti. Fognini sembra aver mollato gli ormeggi ma è Bedene a crollare di schianto nel terzo, vinto dall'azzurro 6-1, grazie all'iniziale vantaggio di 4-1. Giovedì, Fabio affronterà negli ottavi l'uruguaiano Cuevas (6-7; 6-1; 6-3 al colombiano Gonzalez).

Si qualifica anche Ferrer che liquida Chardy con un veloce 6-2; 6-3. Male Almagro. Nelle scorse stagioni, il murciano faceva incetta di punti sulla terra sudamericana. Nel 2014 sta incassando solo sconfitte. L'ultima è arrivata ieri con Dolgopolov (2-6 6-3 6-0), un avversario piuttosto insidioso al primo turno che potrebbe incrociare Fognini ai quarti. Bene anche Robredo (7-6; 6-3 a Carreno Busta) e Juan Monaco (6-3; 6-1 a Zeballos)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail