Alpinismo - A 6200 m il blogger più alto della rete

6200Una spedizione sul Cho Oyu con lo scopo di sperimentare un nuovo dispositivo di soccorso medico, che sarà testato in un ambiente estremo, al fine di contribuire allo sviluppo di un nuovo sistema di soccorso in quota ed in ambiente ostile. Questo è il vero motore che spinge il progetto Cho Oyu 2008. Un collaudo di un sistema che consenta di modificare la prospettiva del soccorso in montagna nella regione himalayana per poi trasferire l'esperienza anche nei sistemi d'emergenza della nostra regione.

Per questo motivo la tecnologia deve venire in contro al mondo degli alpinisti, che con la collaborazione di Asus, cercherà di contribuire allo sviluppo della sicurezza in alta montagna. Per questo motivo, oltre a contribuire alla comunicazione dell'evento (oltre che dello sponso), l'alpinista Lorenzo Campani ha recentemente lanciato il il progetto The Highest Blog in the World (un blog aggiornato direttamente dal Monte Cho Oyu, in Tibet, alla quota di 6200 metri) che, come segnalano su Gadgetblog, vedrà impegnata la spedizione nel tentativo di aggiornare direttamente un blog, per un intero mese, dal tetto del mondo, tentando di portare in ambiente estremo tecnologie e soluzioni ormai quotidiane nella vita di molti.

Ma c'è anche un progetto solidale alla base del blog, una raccolta di fondi per la Buddhist Child Home di Kathmandu, una struttura che accoglie ed educa orfani nepalesi.

Questo e’ post piu’ alto del mondo, ovvero la cosa piu’ inutile dopo gli otto anni di presidenza di George Bush.

Quindi, sebbene sia questa dichiarazione (condivisibile o meno) a capeggiare sulla prima pagina di Thehighestblog.com, non è proprio corretto definire inutile questo progetto.

Il compagno di avventura di questo blogger scalatore è un Eee-PC di Asus, in grado di resistere alle temperature proibitive dell’alta montagna e molto comodo da portare in quota, specie considerando che ogni grammo di peso superfluo si sente durante tutta la scalata. Grazie all’SSD si sono potuti evitare gli inconvenienti derivati da una possibile rottura dell’hard disk causa urti, mentre l’alimentazione a batteria è stata sostituita da un piccolo pannello solare. Che l’Eee-PC sia destinato ad entrare come standard nella dotazione degli alpinisti?

  • shares
  • Mail