Atp Rio de Janeiro: vince Nadal, sconfitto in finale Dolgopolov in due set

Rafael Nadal vince la prima edizione dell'Atp 500 di Rio de Janeiro. Sconfitto, in finale, Aleksandr Dolgopolov in due set, 6-3; 7-6(3)

Avvio frizzante. Si capisce subito, sin dai primi scambi, che è un altro Nadal rispetto a quello ammirato all’inizio della semifinale, disputata ieri contro Andujar. Ci pensa Dolgopolov a facilitargli il campito. Quattro errori di fila dell'ucraino, nel quarto game, consentono a Rafa di incamerare, a 0, il primo break della partita, 3-1. Dolgopolov si accende a tratti, alternando colpi spettacolari a errori evitabilissimi. Nel settimo game, il Guru non sfrutta tre palle per il controbreak. Sulla prima è meraviglioso il recupero e la conclusione di Nadal, quando il punto sembrava ormai perso. Pericolo scampato e veloce chiusura, 6-3, con un ace dopo 36 minuti di gioco.

Il numero uno del mondo mette subito la freccia ad inizio secondo set. Break immediato con annesso errore decisivo dell’avversario a rete e 2-1. Con due turni di servizio tenuti a 0, Nadal consolida il vantaggio. Dolgopolov evita la sconfitta anticipata, annullando, ai vantaggi, l'occasione del possibile 5-2 per il maiorchino. L'ucraino rimane in scia e approfitta dell'unica titubanza di Nadal che si fa breakkare al momento di servire per il match sul 5-4. Parità insperata e inaspettata. Si va al tie break e Rafa pone fine, con il 7-3, alla sfuriata dell'avversario. Esultanza contenuta ma grande soddisfazione per l'iberico.

Secondo titolo in stagione (dopo Doha); 62° in carriera e 43° sulla terra. Il record di Vilas, fermo a 46, è sempre più vacillante. Per Dolgopolov una sconfitta onorevole. L'auspicio è che l'ucraino possa trovare quella continuità che permetta al suo talento tennistico di esprimersi ai livelli che gli competono.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail