Fognini e la Top Ten: "Un obiettivo da centrare, sarebbe un sogno"

Il ligure vuole migliorare ancora la sua classifica

Fabio Fognini occupa attualmente la quattordicesima posizione nel ranking Atp, poco dietro allo statunitennse Isner (2260 punti contro 2320). In decima posizione c'è il francese Tsonga con 2785 punti. Non certo molti e Fognini ne è consapevole perché l'assalto alla Top Ten è uno dei suoi obiettivi. Dopo la vittoria di Mar del Plata si è ripetuto anche in Cile a Vina del Mar, prima di perdere solo in finale contro Ferrer a Buenos Aires. In Cile Fognini vinse il torneo Atp da testa di serie numero 1: per l'Italia non accadeva dal 20 marzo 1994 quando Renzo Furlan, n° 1 del seeding, si aggiudicava il torneo di Casablanca battendo in finale il marocchino Karim Alami con un doppio 6-2.

Dolori ad una spalla e la stanchezza lo hanno invece frenato nell'Atp di Rio de Janeiro dove ha perso 6-1; 6-1, contro l’ucraino Dolgopolov, nei quarti di finale. Entrare nella Top Ten sarebbe un risultato storico per l'Italia perché solo 3 azzurri hanno avuto una classifica migliore di Fognini: Adriano Panatta n° 4, Corrado Barazzutti n° 7 e Paolo Bertolucci n° 12. La tenuta mentale è sempre stato uno dei punti deboli di Fognini che nelle ultime uscite sembra migliorato anche sotto questo aspetto. Il 26enne sta cercando di limare le sfumature di un carattere fin troppo fumantino in campo. Ai microfoni di Sky, il tennista ligure ricorda la bella vittoria dell'Italia in Coppa Davis, negli ottavi di finale, contro l'Argentina:

"Quella in Coppa Davis è stata una vittoria speciale. Il merito non è stato soltanto mio; ma di tutta la squadra. Simone Bolelli, Andreas Seppi, anche se ha perso il suo singolare, e Filippo Volandri mi hanno aiutato tanto".

Poi svela il suo sogno che è quello di entrare nei primi dieci al mondo:

"Sono andato molto bene nei tre tornei sudamericani, centrando la vittoria a Vina del Mar, la finale a Buenos Aires e i quarti a Rio de Janeiro, che non sono da buttare via, anche se mi è passato sopra un tir. Entrare nei migliori dieci al mondo è il primo sogno nel cassetto. Cercherò di centrare i migliori risultati possibili soprattutto nei grandi tornei e di 'scalare' posizione dopo posizione. Ma sarà difficile: la top ten è vicina solo in apparenza. I punti di distacco possono sembrare pochi; ma non è cosi, mancano circa 800 punti".

ATP Buenos Aires Copa Claro - David Ferrer v Fabio Fognini

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail