Federer: "Io e Nadal... quasi amici"

E' un periodo positivo per Roger Federer. Il 2014 è cominciato meglio del previsto. Alla semifinale degli Australian Open è seguita la partecipazione al primo turno di Coppa Davis con la Svizzera vittoriosa sulla Serbia (priva di Djokovic) e la vittoria, la scorsa settimana, nell'Atp 500 di Dubai.

Prima del prossimo impegno in California, a Indian Wells, dove è in programma, questa e la prossima settimana, il primo Masters della stagione, GQ Australia ha pubblicato un'intervista rilasciata dal campione elvetico la scorsa estate. Tanti i temi toccati da Federer. Tra i più interessanti quello dell'amicizia con i colleghi - rivali, in particolare con Rafa Nadal, colui che ha interrotto, dal 2005, un'egemonia tennistica che sembrava inarrestabile. Stavolta, Roger è stato, solo in parte, buonista e rassicurante

Non sono sicuro che possiamo definirci intimi amici. Finchè siamo ancora nel circuito è difficile capire se si tratta di una vera amicizia. Ci vediamo praticamente tutte le settimane. Sarà interessante vedere se resteremo in contatto quando entrambi avremo abbandonato il tennis. Di sicuro con Nadal ho un rapporto più stretto che con Djokovic o Murray. Ha una bella famiglia, conosco la madre, la sorella, il padre. La maggior parte delle cose le ho fatte e vissute insieme a lui. Dalle battaglie di cinque set alla promozione di un torneo in Qatar, fino al lavoro insieme per un match benefico in favore dell’Africa. E sono andato anche a cena con lui

L'amicizia tra Federer e Nadal è stata spesso argomento di dibattito anche tra gli stessi tennisti. Ricordo ancora una dichiarazione di Ivan Ljubicic, all'indomani dell'ultima vittoria di Federer a Wimbledon '12, nella quale il croato definì "una storia che tutti raccontano" la presunta amicizia tra Rafa e Roger. E'innegabile comunque che tra i due ci siano rispetto e stima reciproca. Solo in un'occasione, Nadal rivolse qualche critica a Federer per il suo comportamento troppo conciliante nell'ambito dell'Atp Tennis Player Council. Poi tutto è rientrato. Non a caso in un'intervista dello scorso anno, prima del Masters di Montecarlo, Rafa non ha avuto esitazioni nello scegliere il possibile avversario della sua partita d'addio al tennis

Ci sono molti campioni. Ma per tutto quello che ho vissuto con lui, vorrei giocare contro Federer

Fonte: Tennisworlditalia

  • shares
  • Mail