Basket: "Sei troppo alto", il reggiano Cervi espulso dall'aereo verso Samara

cervisitoreggio

Tutto è finito nella maniera migliore possibile, con la storica qualificazione alle Final Four di Eurochallenge di Reggio Emilia, ma la situazione è davvero grottesca. Riccardo Cervi ha rischiato seriamente di saltare la decisiva sfida sul campo di Samara, il tutto per la rigidità del comandante dell’aereo. “Lei è troppo alto, scenda dall’aereo”, queste le parole che si è sentito pronunciare il lungo della Grissin Bon, al momento di prendere l’ultimo volo della complicata e lunga trasferta, da Mosca a Samara.

Hanno provato a convincere il comandante sia il lituano Rimantas Kaukenas, che l’amministratore delegato del team Della Salda, addirittura contattando il console russo a Milano. Ma non c’è stato nulla da fare ed il comandante ha chiamato la polizia per far scendere Cervi dall’aereo. L’azzurro è stato anche sottoposto ad un breve interrogatorio da parte delle forze dell’ordine, poi ha dovuto rassegnarsi a dormire sulle panchine dell’aeroporto, assistito dal team manager Barozzi, attendendo il volo della mattina successiva.

E’ stato lo stesso giocatore a rendere pubblica questa incredibile avventura, sul suo profilo Facebook, dopo aver conquistato il successo decisivo: “Hey tu! Sei alto 2.13? Vuoi prendere l’aereo? Non hai il posto lungo sulle uscite di sicurezza? Chiedi gentilmente di essere spostato in prima classe visto che è vuota – ha scritto - Dopodiché ti dicono di no, due poliziotti salgono a bordo e ti fanno scendere dall’aereo. Ma è dannatamente bello dormire due ore su una panchina e poi vincere con i ragazzi”. Un successo dal sapore ancora più dolce.

Foto sito Reggio Emilia

  • shares
  • Mail