Atp Miami 2014: Nadal travolge Istomin e agli ottavi trova Fognini, i risultati del 24 marzo

Dopo la batosta rifilata a Hewitt all'esordio, Nadal demolisce anche Istomin concedendo all'uzbeko un solo game in appena un'ora di gioco. E' in salute il numero uno del mondo che, evidentemente, vuole dimenticare in fretta l'eliminazione di Indian Wells contro Dolgopolov. Ad attendere Rafa agli ottavi, c'è Fognini. Bella la vittoria dell'azzurro in tre set (4-6;6-3; 6-3) su Bautista Agut per la gioia di Flavia Pennetta presente in tribuna. Un problema al piede limita Fabio nei primi game. Bautista però non ne approfitta e il match rimane on serve fino al 5-4 quando Fognini concede la prima palla break dell'incontro che equivale a un set point. L'iberico la concretizza grazie a un errore di dritto dell'azzurro che, tuttavia, reagisce prontamente. Il secondo set si apre con tre break. Due sono di Fabio che, dal 3-2, conserva il vantaggio e lo incrementa ulteriormente sul 5-3. Si va al terzo e l’assolo dell’azzurro prosegue. Break in apertura e 3-0. Bautista non sa cosa fare e subisce l'inevitabile 6-3.

Passano agli ottavi di finale anche Wawrinka ,Raonic e Dolgopolov. Davvero gradevole il match dello svizzero contro Roger Vasselin. Stan ha risolto il primo set con un break arrivato nel momento migliore con l'avversario al servizio sul 6-5 in suo sfavore. Nella seconda frazione, l'elvetico ha dilapidato un break di vantaggio ma, ancora una volta, Roger Vasselin si è fatto beffare quando non doveva ovvero sul 5-4 per Wawrinka. Domani, agli ottavi, si prospetta un gran bel match contro Dolgopolov. Il lucky loser Dusan Lajovic (sostenuto da Djokovic in tribuna), che gioca al posto dell'infortunato Haas ha fatto penare inaspettatamente l'ucraino costretto a rimontare un set prima di imporsi 7-5 nel tie break del terzo nel quale, peraltro, è stato in svantaggio 2-0 e 4-2.

Nessun problema per Raonic che ha faticato pochissimo con Garcia Lopez e, ora, può usufruire di un ottavo di finale piuttosto agevole con Benjamin Becker, entrato in tabellone al posto di Del Potro e abile, a sua volta, a sfruttare l'impegno favorevole contro Bedene, sconfitto in due set. L'ultimo ottavo è tra Isner (17 ace contro Almagro che rimpiange il break concesso sul 6-5 nel primo set) e Berdych che elimina senza sforzi Sousa.

Atp Miami 2014: risultati terzo turno | 24 marzo

Raonic b. Garcia Lopez 6-1; 6-2
Dolgopolov b. Lajovic 3-6; 6-0; 7-6
Becker b. Bedene 6-3; 7-5
Wawrinka b. Roger Vasselin 6-4; 7-5
Nadal b. Istomin 6-1; 6-0
Fognini b. Bautista Agut 4.6; 6-3; 6-3
Isner b. Almagro 7-5; 6-3
Berdych b. Sousa 6-2; 6-4

Atp Miami 2014 | 24 marzo

Atp Miami 2014: terzo turno | programma 24 marzo

Si completa il terzo turno all'Atp Masters di Miami. Si disputano oggi, otto partite della parte alta del tabellone, quella di Nadal, Fognini, Wawrinka e Berdych.

Atp Miami 2014: tabellone e risultati aggiornati

Il primo incontro di oggi, alle 16, è quello tra Milos Raonic e Garcia Lopez sul Grandstand. Quest'ultimo ha sconfitto al secondo turno l'incerto Monfils e, oggi, è chiamato a fronteggiare le bordate al servizio del canadese che parte con i favori del pronostico. Raonic è inserito in una porzione di tabellone decisamente favorevole. il forfait di Del Potro l'ha privata della testa di serie principale e Milos anche agli ottavi potrebbe avere un match estremamente favorevole contro il vincente di Bedene-Benjamin Becker. A seguire, sempre sullo stesso campo, Dolgopolov, in forma smagliante, è atteso dal lucky loser Lajovic, in vista del possibile ottavo con Stan Wawrinka che, in serata, alle 19.30 circa, affronta sul Centrale, Roger Vasselin, sorprendente vincitore sabato scorso su Marin Cilic.

Concluso il match di Wawrinka, tocca a Rafa Nadal. Archiviato il buon debutto con Hewitt, travolto in due set, il numero uno Atp, si giocherà gli ottavi con Denis Istomin, altro avversario piuttosto comodo, sempre sconfitto nei tre precedenti fin qui disputati senza, peraltro, perdere nemmeno un set. Ad attendere Nadal al prossimo turno, ci sono Fognini o Bautista Agut, in campo sul GrandStand in prima serata (alle 21 circa). Lo spagnolo è un cliente piuttosto scomodo. Nel 2014 ha già sconfitto Del Potro agli Australian Open, Berdych a Indian Wells e Janowicz all'esordio a Miami. Fabio deve fare molta attenzione. Sul cemento, i precedenti sono sull'1-1. Chiudono il programma le sfide incrociate Isner-Almagro e Berdych-Sousa.

  • shares
  • Mail