Atp Miami 2014: Djokovic, Federer e Nadal ai quarti. Eliminato Fognini

Nulla da fare per Fabio Fognini contro Rafa Nadal. Il numero uno Atp, dopo aver maltrattato Hewitt e Istomin, concede le briciole anche all'azzurro che si arrende con un doppio 6-2 in appena un'ora di gioco. Partita senza storia, purtroppo. Nel primo set, Rafa ha concesso 0 punti sul suo servizio. Qualche problema fisico per Fabio che è ricorso all'intervento del fisioterapista per un fastidio muscolare alla coscia che speriamo non sia nulla di serio anche perchè la prossima settimana c'è la Davis. Per Nadal, alla 20.a vittoria stagionale, giovedì, ai quarti c'è Milos Raonic (6-3; 6-4 a Benjamin Becker).

Prosegue spedito il cammino di Federer che demolisce Gasquet con un perentorio 6-1; 6-2 in appena 50 minuti. Non c'è stata partita con il francese totalmente in balia della giocate di Roger che, quando lascia andare il braccio sembra davvero essere tornato quello dei bei tempi. Stanotte, per l'elvetico, ostacolo Nishikori nei quarti di finale.

David Ferrer è uscito sconfitto, non senza rimpianti, dalla battaglia di 3 ore contro il nipponico. Nishikori l'ha spuntata 11-9 nel tiebreak del terzo set. Che sarebbe stata una partita altalenante lo si è capito fin dal primo set. Avanti 4-1 con doppio break, il nipponico ha subito il rientro di Ferrer, 4-4. Nel nono game è arrivato un altro break per Nishikori che, al momento di servire per conquistare il parziale, ha perso nuovamente la battuta. 5-5 e tie break, nel quale il giapponese si impone 9-7 dopo aver annullato due set point sul 6-5 e il 7-6 per l'avversario.

Nel secondo parziale, Kei accusa la fatica e non riesce a impensierire Ferrer che prende il largo in avvio, si issa sul 4-1 e chiude 6-2. Nel terzo riprende la girandola. Quattro break in apertura, due per parte e 3-3. Da lì si segue l'ordine dei servizi. Anche un lottatore come Ferru mostra segni di cedimento ma riesce a rimanere in scia fino al tie break conclusivo nel quale dilapida ben quattro match point (6-5; 7-6; 8-7; 9-8). Proprio dal 9-8, Nishikori infila tre punti consecutivi di cui due sul servizio dello spagnolo e vola agli ottavi.

Novak Djokovic è stato il primo qualificato ai quarti di finale. Chirurgica la vittoria del serbo contro Robredo (6-3; 7-5) arrivata grazie a due break sul 2-1 del primo parziale e sul 5-5 del secondo. Prestazione soft di Nole cui è bastato davvero poco per risolvere la contesa ed evitare ritardi a causa delle previsioni meteo inclementi che incombono su Miami. Ai quarti ci sarà l'ennesimo remake della sfida con l'amico-rivale Murray che ha reso più facile del previsto l'impegno con Tsonga, sfruttando al meglio la giornata decisamente poco ispirata del francese. 6-4; 6-1 il punteggio a favore del britannico in una partita decisa, sostanzialmente, su due break arrivati, entrambi, nel terzo game dei due set. Subito il secondo, Tsonga ha completamente mollato.

Prosegue il momento esaltante di Dolgopolov. Dopo aver sconfitto Nadal a Indian Wells, l'ucraino elimina Wawrinka a Miami. Il Guru si è imposto in tre set. Vinto il primo 6-4, Dolgo non ha sfruttato una palla break nel secondo sul 3-2. Fallita l'occasione, la partita sembrava essere girata dalla parte dell'elvetico grazie a tre giochi di fila, con i quali Stan ha trascinato la sfida al terzo. L'impressione si è rivelata sbagliata. Netto il crollo di Wawrinka che subito il break in avvio ha assistito, senza opporre resistenza, all'assolo di Dolgopolov fino al 6-1.

Atp Miami 2014: risultati ottavi di finale | 25 marzo

Djokovic b. Robredo 6-3; 7-5
Murray b. Tsonga 6-4; 6-1
Federer b. Gasquet 6-1; 6-2
Nishikori b. Ferrer 7-6; 2-6; 7-6(9)
Dolgopolov b. Wawrinka 6-4; 3-6; 6-1
Raonic b. Becker 6-3; 6-4
Berdych b. Isner 6-3; 7-5
Nadal b. Fognini 6-2; 6-2

Atp Miami 2014: il programma dei quarti

    Rafael Nadal - Milos Raonic
    Alexandr Dolgopolov - Tomas Berdych
    Roger Federer - Kei Nishikori
    Andy Murray - Novak Djokovic

Atp Miami 2014: presentazione ottavi di finale | 25 marzo

Tutti in un giorno. All'Atp Masters di Miami si disputano oggi gli ottavi di finale ma la pioggia potrebbe rovinare quella che si prospetta come una grande giornata tennistica. Le previsioni meteo infatti non sono delle migliori con forti temporali intervallati dal cielo coperto. La brutta notizia è che lo stesso scenario meteorologico dovrebbe ripetersi anche nei giorni avvenire.

Si comincia alle 16, sul Centrale, con Djokovic - Robredo. Grazie al forfait di Florian Mayer, Nole ha usufruito di una giornata di riposo in più dell'avversario. che, oggi, avrà ben poche chance di impensierire il fresco campione di Indian Wells. I due non si affrontano dal 2009. Dovesse qualificarsi, il serbo troverà ai quarti il vincente di Murray-Tsonga, in campo, sempre sul Centrale in serata dopo il quarto femminile tra Sharapova e Kvitova. Sia Andy che Jo non sono in un buon momento di forma e ritengo la sfida aperta ad ogni pronostico.

Atp Miami 2014: tabellone e risultati aggiornati

Sempre in serata (alle 22 circa orario indicativo), Federer affronta Gasquet. A Indian Wells e Miami, Roger sta confermando i progressi ammirati già a inizio stagione. Servizio, dritto e rovescio sono tornati a funzionare come un tempo e permettono di affrontare con maggiore serenità match contro avversari insidiosi come Gasquet che, un anno fa, avrebbero rappresentato ostacoli quasi insormontabili. Questo ottavo di finale è incrociato con quello tra Nishikori e Ferrer che aprono il programma, sul Grandstand, alle 16.

A notte fonda (alle 2), Fabio Fognini cerca l'impresa contro Rafa Nadal. Il numero uno del mondo è apparso davvero in grande spolvero a Miami. Per conferma chiedere a Hewitt e Istomin, travolti dalla furia dell'iberico che non vuole concedersi altre incertezze dopo la prematura eliminazione a Indian Wells. Fabio deve giocarsi al meglio le sue chance. A Pechino, nell'ultimo confronto diretto, è stato a un passo dalla vittoria. giocando per un'ora un tennis perfetto. L'auspicio è che possa ripetere quella prestazione, altrimenti, l'esito del match è segnato. Chi passa trova ai quarti Raonic e Becker che si affrontano nell'ottavo meno nobile di giornata.

Speriamo che la pioggia ci conceda una tregua anche per gustarci Wawrinka-Dolgopolov, sfida prevista sul Grandstand alle 18 circa, nella quale non mancheranno di certo colpi spettacolari e giocate ad effetto. Si prospetta invece molto equilibrato il confronto tra Berdych e Isner.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail