Basket NBA: Philadelphia record, 26 sconfitte consecutive

Quando si dice entrare dalla parte sbagliata della storia. I Philadelphia 76ers vengono battuti anche sul campo di Houston e collezionano la ventiseiesima sconfitta consecutiva, eguagliando il primato negativo realizzato nel 2010/11 da Cleveland. Ora potrebbero diventare unici detentori di questo poco invidiabile record tra due notti: la formazione della Pennsylvania giocherà in casa contro i Detroit Pistons del nostro Gigi Datome e, in caso di sconfitta, entrerebbero definitivamente nella storia del basket professionistico americano.

La formazione di Brett Brown era una delle contendenti ad una delle posizioni peggiori in classifica sin dal via della stagione (nonostante l’inatteso 3-0 iniziale), visto che è in fase di completa ricostruzione. Non vince dallo scorso 29 gennaio ed è a due sconfitte dal completare due mesi interi senza centrare alcun successo. Decisamente un periodo per nulla positivo per una franchigia storica del basket NBA, capace di centrare con discreta regolarità i playoff negli ultimi anni, dopo l’era Allen Iverson con anche una finale disputata.

Supereremo questo momento - suona la carica l’allenatore dei Sixers - Dovevamo ricostruire la squadra ed è bello vedere i miglioramenti dei miei giocatori giorno dopo giorno”. In molti sospettano che queste sconfitte siano volute, il famoso ‘tanking’, in modo da avere più possibilità di ottenere una scelta alta al prossimo Draft e di poter prendere un giocatore di primo livello dal college. Anche se, a differenza di quando si diceva qualche mese fa, le scelte non paiono così tanto ricche: ci sono tanti buoni giocatori, ma nessuno pare in grado di ribaltare il valore di una squadra.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Philadelphia 76ers v Houston Rockets

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail