Baseball MLB: Miguel Cabrera firma il contratto più ricco di sempre nella storia dello sport

Non lo scopriamo certo oggi. Quando si parla di contratti, ingaggi, sponsor, gli sport americani fanno storia a sè. Le cifre che circolano in NFL, NBA e MLB fanno impallidire anche i nababbi del pallone che, al confronto, si riducono quasi a comprimari. L'ultima conferma è arrivata ieri da Detroit.

Miguel Cabrera, terza base venezuelano dei Detroit Tigers, 8 volte All Star, MVP dell'ultima stagione, vincitore della Triple Crown nel 2012, ha firmato un'estensione del ricco contratto che lo lega alla franchigia del Michigan fino al 2019. Il prolungamento prevede altri 8 anni con un ingaggio complessivo di 248 milioni di dollari. Questi vanno ad aggiungersi a quelli del precedente rinnovo biennale che prevedeva emolumenti per 44 milioni. In totale Cabrera percepirà 292 milioni. Ma non è tutto. Ci sono infatti anche gli immancabili bonus che, se raggiunti, potrebbero fruttargli altri 30 milioni annui. Di questi alcuni non sono affatto impossibili per lo slugger sudamericano. Uno, ad esempio, potrebbe consentire a Cabrera di arrotondare lo stipendio se arriverà tra i primi 10 nella votazione dell'MVP, come dire a Ronaldo, Messi o Ibrahimovic di classificarsi nella graduatoria del Pallone d'Oro senza necessariamente vincere il trofeo.

Quello firmato da Cabrera è il contratto più ricco mai stipulato nella storia degli sport di squadra. Per gli amanti delle statistiche, il buon Miguel guadagnerà 50mila dollari ad ogni presenza in battuta. I Tigers non badano certo a spese per trattenere le proprio stelle. Nel 2013, il lanciatore partente Justin Verlander, uno dei migliori della Lega ha firmato un rinnovo di 180 milioni fino al 2020, divenendo così il pitcher più pagato dell'MLB.

  • shares
  • Mail