Running - La capacità di rendimento

La capacità di rendimento è la capacità del nostro corpo di reagire alla preparazione atletica, ovvero agli stimoli dell'allenamento, incrementando così il proprio rendimento in una particolare disciplina sportiva.

E' un parametro che vede a sua volta il contributo di altri parametri più conosciuti; nel running alcuni di questi parametri sono la soglia anaerobica, la resistenza, la capacità aerobica, la capacità di recupero, il peso, la motivazione, gli infortuni, l'efficienza e la tecnica del gesto atletico e altri.

Questo indice è diverso per ogni atleta e può essere valutato solo al termine della carriera, quindi dopo che è stato raggiunto l'apice sportivo. Per esempio un atleta che nei 10.000 metri è stato in grado di passare da 35' a 27' - un atleta di alto livello quindi - ha dimostrato una capacità di migliorare il proprio rendimento di oltre il 20-25%, che è parecchio visto che il massimo grado osservato oscilla fra il 26 e il 28%.

Nel settore amatoriale il massimo margine di miglioramento è inferiore al 20%, solitamente fra il 13 e il 15%.
Questo notevole scarto viene principalmente da due fattori. Il primo è quello genetico, perché è abbastanza assodato che campioni ci si nasce e per eccellere bisogna quasi sempre disporre di capacità speciali, mentre il secondo fattore è la potenza aerobica, molto maggiore nei campioni, che hanno dalla loro anche tanti anni di allenamenti di qualità sulle spalle.

In un prossimo post parlerò di alcuni dei fattori che influenzano più o meno positivamente questa capacità di rendimento, per sfatare qualche facile luogo comune (per esempio sull'età) o per spronare quei pessimisti convinti che tanto non miglioreranno mai.

Foto | Letting Go of Control

  • shares
  • Mail