Su Twitter la fidanzata di Froome lancia frecciatine: "Forse un 'ex' dopato vincerà il Tour..."

Michelle Cound protagonista di un'accesa discussione su Twitter.

Sull'account Twitter di Michelle Cound, la fidanzata di Chris Froome, è scoppiata un'accesissima discussione nata da una sua riflessione su un suo vicino di posto in aereo che guardava il film "The Armstrong Lie". Dopo aver detto sul famoso social network di essere di cattivo umore a causa di questo fatto, Michelle è stata trascinata dagli altri utenti in una discussione sul doping.

Negli ultimi anni su Chris Froome si sono concentrati molti sospetti, aumentati dopo la sua vittoria al Tour de France 2013, in cui ha dimostrato una evidente superiorità sui suoi rivali. Di recente il ciclista del Team Sky ha confessato di essere finalmente guarito dalla schistosomiasi, una malattia parassitaria che gli era stata diagnosticata nel 2009, ma invece di sedare le polemiche, ne ha attirate delle altre sulle medicine che può avere usato per guarire.

Michelle Cound è sempre molto presente e ha un ruolo fondamentale nella carriera di Froome, si è fatta già notare nel 2012 quando iniziò, sempre via Twitter, una lite con la moglie di Bradley Wiggins, cui quell'anno il suo fidanzato dovette fare da gregario. Ma veniamo a che cosa è successo oggi, dopo il commento su Armstrong: alcuni follower le hanno fatto notare che probabilmente il passeggero accanto a lei non l'ha riconosciuta e non l'ha fatta apposta a guardare quel film in sua presenza, poi lei ha continuato il suo sfogo chiedendosi se Armstrong è dispiaciuto per la rabbia e il risentimento che ha lasciato dietro di sé e che ora vengono indirizzati ai veri eroi dello sport. Michelle ha affermato che i corridori di oggi non possono neanche querelare chi diffonde sospetti su di loro perché è quello che ha fatto Armstrong, cioè querelare chi lo associava al doping, salvo poi, dopo molti anni, ammettere di averlo usato e dunque le conseguenze di ciò che ha fatto l'ex ciclista texano si fanno sentire ancora oggi e lei stessa è costretta a conviverci.

A questo punto alcuni follower l'hanno attaccata chiedendole chi sarebbero gli eroi dello sport di oggi e dicendo che Froome non lo è, così Michelle si è infuriata e ha scritto:

"Forse un ex dopato può vincere il Tour quest'anno, almeno sarebbe qualificato per rispondere alle domande sul doping"

Riferendosi al fatto che l'anno scorso Froome, dopo le sue più belle vittorie, invece di essere elogiato ha dovuto affrontare conferenze stampa in cui gli venivano fatte domande sul doping (vedere per esempio, nel video in alto, la conferenza stampa dopo la vittoria sul Mont Ventoux).


Da notare che la parola "ex" è tra virgolette, come a dire che la persona a cui si riferisce in realtà si dopa ancora. Con questo tweet però la discussione si è letteralmente infuocata, qualcuno (forse un troll) l'ha insultata pesantemente con un linguaggio scurrile, qualcun altro le ha chiesto "puoi dirci che cosa ha vinto Chris Froome prima di quella strana malattia? Non era un granché come ciclista" e lei ha risposto "Puoi leggere il libro che esce il 5 giugno". Quella infatti è la data in cui sarà pubblicata l'autobiografia del vincitore del Tour 2013, a un mese esatto dall'inizio della nuova Grande Boucle. Il libro si intitola "The Climb" (La salita) e potete vedere la copertina in questo post dello stesso Froomey su Instagram

Qualcuno nella frase di Michelle Cound sull'"ex dopato" che potrebbe vincere il Tour ci ha visto una frecciatina nei confronti di Alberto Contador, infatti son intervenuti nella discussione alcuni fan del Pistolero e di Bijarne Riis, oggi direttore sportivo della Tinkoff-Saxo in cui milita lo spagnolo, in passato vincitore del Tour (nel 1996) per sua stessa ammissione sotto effetto di doping (Epo, cortisone e somatropina). Contador, lo ricordiamo, si è visto cancellare le vittorie del Tour de France 2010 e del Giro d'Italia 2011 dopo essere stato trovato positivo al clenbuterolo, anche se lui ha sempre detto di non essersi dopato e che quella positività era dovuta a un'intossicazione alimentare.

Chris Froome e Michelle Cound

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail