Basket: Siena sempre più in crisi, cresce il rischio fallimento

minuccirenziad

La situazione della Mens Sana Siena è sempre più complicata. Se sul campo la squadra di Crespi sta disputando un grande campionato ed è in lotta per il secondo posto in stagione regolare, la società vive un momento drammatico. Ieri è stata un’altra giornata nera per il club toscano, in primis sono arrivate sette perquisizioni della Guardia di Finanza, nell’ambito dell’inchiesta Time Out, partita a dicembre 2012 per “attività di frode fiscale finalizzate al pagamento in nero a noti campioni della società sportiva”.

Tra queste, quella nella sede del club di Viale Sclavo e quella a carico di Ferdinando Minucci, ex presidente della società toscana e prossimo presidente di Legabasket. “Le ipotesi investigative attengono nuovi reati connessi alla normativa fallimentare, in particolare bancarotta fraudolenta a carico della Società Mens Sana Basket S.p.a. in liquidazione – si legge nella nota della Guardia di Finanza - nonché false comunicazioni sociali, inerenti i bilanci societari dal 2009 al 2013 e reati prettamente tributari ad essa collegati”.

Accuse pesantissime, per un club già messo in liquidazione il 21 febbraio scorso, dopo che l'assemblea dei soci non aveva approvato il bilancio in perdita di 5,4 milioni. Le speranze di salvezza della Mens Sana, vincitrice degli ultimi sette scudetti, diventano più flebili giorno dopo giorno, con lo spettro del fallimento sempre più presente. E questo campionato? Sembra probabile la squadra di Crespi possa chiuderlo, ma nei giorni scorsi anche la Procura Federale della Fip si è mossa. E, in caso di fallimento, scatta la revoca dell’affiliazione.

Foto Alessia Doniselli

  • shares
  • Mail