Novak Djokovic: "Quando diventerò padre il tennis non sarà più la priorità"

A pochi giorni dall'inizio dell'Atp Masters di Madrid, Novak Djokovic ha concesso una lunga intervista a Vincenzo Martucci, firma del tennis della Gazzetta dello Sport. Il giornalista ha incontrato il campione serbo a Montecarlo dove, nonostante il polso non ancora al meglio, si sta preparando per l'imminente torneo madrileno.

Non si è parlato solo di tennis. La scorsa settimana, su Twitter, Djokovic ha annunciato la gravidanza della compagna, Jelena Ristic che lo renderà padre nei prossimi mesi. La nascita del primogenito cambierà la vita del serbo. Lui ne è già consapevole e pensa già al futuro

E' il massimo. Sono felice. Non vedo l'ora di vivere le situazioni da padre. La vedo in positivo. Ti stanchi un pò ma un figlio ti dà nuova energia. Cercherò di vincere tutti i tornei ma con l'arrivo del bambino, il tennis non è più la priorità

Il presente è la terra di Madrid, Roma e Roland Garros. Lo Slam parigino è l'unico che manca tra i Major vinto da Nole che ancora rimpiange quell'invasione a rete, nella semifinale contro Nadal, che avrebbe potuto dargli la vittoria e chissà anche il trofeo

Sulla terra perdo un pò il ritmo. Ogni colpo chiede forza e devi lavorare di più ed essere più reattivo e veloce. Al Roland Garros non devo pensare solo a Nadal. Ferrer e Almagro hanno battuto Nadal e tutti siamo rimasti un pò sorpresi vedendolo perdere il due tornei di fila. Wawrinka poi ha preso fiducia. Ci ha battuto tutti

Da Madrid a Parigi, Nadal ha tanti punti da difendere. Non dovesse riuscire a confermare le vittorie dello scorso anno, Djokovic, con una serie di buoni risultati può riprendersi la vetta del ranking Atp

Non sono affatto stressato da numero 2. Proverò a tornare 1 perchè il tennis è la mia passione, il mio amore ed anche il mio lavoro. E' la cosa che faccio meglio

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail