Giro d'Italia 2014: Marcel Kittel ha vinto anche la terza tappa. Viviani terzo (VIDEO)

Giro d'Italia 2014: la cronaca della terza tappa da Armagh a Dublino.

Marcel Kittel ha vinto anche la terza tappa del Giro d'Italia 2014, il tedesco della Giant-Shimano, in rimonta, ha bruciato tutti proprio negli ultimissimi metri, sbucando dal nulla e bruciando Ben Swift ed Elia Viviani. Kittel ha trovato il modo migliore di festeggiare il suo 26° compleanno. Alla fine della tappa ha detto che a 250 metri dalla fine pensava di aver perso, invece ha trovato le energie per rimontare alla grande. In alto trovate il video degli ultimi chilometri e l'incredibile volata di Kittel.

Le Maglie restano invariate: Rosa a Michael Matthews dell'Orica GreenEdge, Rossa a Marcel Kittel della Giant-Shimano, Azzurra a Maarten Tjallingii della Belkin e Bianca sempre a Matthews, ma indossata dal suo compagno Luke Durbridge.

Questi sono i primi dieci alla fine della terza tappa da Armagh a Dublino:


    1) Marcel Kittel (Giant-Shimano)
    2) Ben Swift (Sky)
    3) Elia Viviani (Cannondale)
    4) Davide Appollonio (Ag2r)
    5) Nacer Bouhanni (FDJ)
    6) Edvald Boasson Hagen (Sky)
    7) Roberto Ferrari (Lampre-Merida)
    8) Edwin Avila (Colombia)
    9) Giacomo Nizzolo (Trek)
    10) Tyler Farrar (Garmin-Sharp)

In classifica generale Alessandro Petacchi sale al secondo posto!


    1) Michael Matthews (Orica GreenEdge)
    2) Alessandro Petacchi (Omega Pharma-Quick Step) +8"
    3) Daniel Oss (BMC) +10"
    4) Luke Durbridge (Orica GreenEdge) +14"
    5) Ivan Santaromita (Orica GreenEdge) +14"
    6) Svein Tuft (Orica GreenEdge) +14"
    7) Pieter Weening (Orica GreenEdge) +14"
    8) Cameron Meyer (Orica GreenEdge) +14"
    9) Rigoberto Uran (Omega Pharma-Quick Step) +19"
    10) Gianluca Brambilla (Omega Pharma-Quick Step) +19"

Ai seguenti link trovate tutte le classifiche aggiornate
Giro d'Italia 2014 - Classifica Generale: la Maglia Rosa
Giro d'Italia 2014 - Classifica Scalatori: la Maglia Azzura
Giro d'Italia 2014 - Classifica a punti: la Maglia Rossa
Giro d'Italia 2014 - Classifica Giovani: la Maglia Bianca

Marcel Kittel ha vinto la terza tappa

17:18 - A 50 metri dalla fine sembrava che la vittoria se la giocassero Ben Swift ed Elia Viviani, invece è arrivato Kittel dalla destra e si è piazzato davanti a tutti. Era in sesta posizione fino a pochi metri prima. Davvero eccezionale il tedesco della Giant-Shimano.

Volata Kittel

Ecco il fotofinish

Fotofinish

E questo è Kittel senza fiato all'arrivo

Marcel Kittel

17:17 - ANCORA KITTEL!!! Davvero incredibile il tedesco, sembrava spacciato, dietro tutti gli altri, invece è riuscito ancora una volta a sbucare dal nulla e a bruciare tutti quanti! Ora è a pezzi, a terra.

17:17 - Ultimissimi metri, già superata la curva a "s" finale.

17:16 - Arriva anche il Team Sky per Ben Swift e dalla via centrale si fa spazio anche la FDJ di Nacer Bouhanni.

17:15 - Eccoci ai -3 km, scatta la neutralizzazione e in testa ci sono tre treni: Cannondale, Giant-Shimano e Omega Pharma-Quick Step.

17:11 - Siamo a 5 km dalla fine e in testa ci sono gli uomini Cannondale di Elia Viviani.

Cannondale

17:10 - Nicholas Roche, irlandese della Tinkoff-Saxo, ha forato, ma è subito rientrato in gruppo. Ricordiamo che ai -3 la corsa viene neutralizzata e dunque resteranno in lotta le squadre dei velocisti, mentre gli altri si preoccuperanno solo di non cadere.

17:08 - A 7,2 km dall'arrivo anche Cecchinel si fa riprendere dal gruppo. Ora si procederà tutti insieme verso la volata finale.

Cecchinel ripreso

17:05 - Giorgio Cecchinel fugge da solo, prova a resistere più degli altri all'arrivo del gruppo.

Giorgio Cecchinel

17:03 - Francesco Chicchi della Neri Sottoli Yellow Fluo si è fatto stringere lo scarpino al pedale da un meccanico.

17:01 - Fuggitivi quasi ripresi, intanto Nicola Ruffoni della Bardiani ha avuto un problema meccanico, ma è ripartito quasi subito.

Fuga quasi ripresa

16:59 - Il distacco ora è soltanto di 13", quando mancano 13 km alla fine.

16:56 - Ora ci sono Tinkoff-Saxo, Astana e BMC in testa al gruppo che è allungatissimo.

16:53 - Ben Swift del Team Sky ha dovuto cambiare la bici. Lui è tra i favoriti per questa tappa.

16:49 - La corsa è su una strada lungo la costa, c'è moltissimo pubblico.

Giro d'Italia 2014: diretta della terza tappa

16:45 - Siamo a 24,8 km dall'arrivo e il vantaggio dei cinque battistrada è solo di 45".

16:43 - Enrico Gasparotto, dopo aver avuto problemi sia fisici sia meccanici, in seguito alla caduta, si è messo a trainare il gruppo. Il distacco ora è solo di 50".

16:39 - Ora il tempo è decisamente miglioramento, ma è molto variabile, non è scontato che negli ultimi 30 km non si trovi di nuovo pioggia, ad ogni modo a dar fastidio c'è ancora il vento.

Fuggitivi

16:38 - Il ritardo del gruppo ora è solo di 1' 27".

16:35 - Ora gli uomini dell'Orica GreenEdge sono tornati in testa al gruppo con quelli ella Giant-Shimano e della FDJ, la Maglia Rosa è di nuovo al sicuro nel plotone.

16:32 - C'è stata una caduta sul lato destro di uno spartitraffico, molti i corridori coinvolti tra cui uno dei capitani della Lampre-Merida Przemyslaw Niemiec.

Caduta

16:27 - Tra i fuggitivi il più attivo è sempre Maarten Tjallingii, che si è aggiudicato sia i due gpm sia il traguardo volante. L'olandese della Belkin è saldamente in Maglia Azzurra.

Maarten Tjallingii

16:22 - Ora è sceso a 2' 54" il vantaggio dei battistrada, mancano 40 km al traguardo.

16:19 - La Maglia Rosa deve ancora rientrare in gruppo, l'Orica GreenEdge infatti non tira più in testa al gruppo dove ci sono invece gli uomini della Giant-Shimano di Kittel e della FDJ di Bouhanni, primo e secondo ieri al traguardo.

16:12 - Piccolo problema meccanico per Ivan Basso

Ivan Basso

16:08 - Ecco Gasparotto che si fa medicare

Enrico Gasparotto

16:03 - Tra i corridori che hanno avuto la peggio nella caduta come detto c'è Enrico Gasparotto che ha evidenti escoriazioni sul volto, mentre Manuele Mori della Lampre-Merida ha preso una botta al fianco destro. Anche la Maglia Rosa Michael Matthews è stato coinvolto nella caduta, ma non dovrebbe essersi fatto nulla di grave. Intanto i fuggitivi hanno 4' 01" di vantaggio a 52 km dalla fine.

15:57 - C'è stata una brutta caduta che ha coinvolto 10-15 uomini, molti della Lampre-Merida e dell'Astana tra cui Enrico Gasparotto, Valerio Agnoli e Michele Scarponi.

Mega-caduta

15:51 - Il gruppo ha recuperato poco più di 10", ora i cinque battistrada hanno 3' 39" di vantaggio. Mancano 63,8 km.

15:43 - La Giant-Shimano di Kittel si è messa a trainare il gruppo, ora il distacco è sceso a 3' 50".

15:38 - Ecco la Maglia Rossa Marcel Kittel che oggi compie 26 anni e vorrebbe festeggiare bissando il successo di ieri.

Marcel Kittel

15:37 - Nella zona del traguardo non sta più piovendo, ma c'è un vento fastidiosissimo.

15:35 - Il distacco è salito sopra i 4', ora è di 4' 08" a 76,2 km dall'arrivo.

15:31 - A 78,3 km il vantaggio dei fuggitivi è di 3' 46". Le condizioni meteorologiche, purtroppo, sono sempre molto fastidiose, i corridori sono costretti a cambiare spesso la mantellina e i guanti.

Maltempo sul Giro d'Italia

15:23 - Il distacco dei battistrada è di nuovo salito, complice il rifornimento: ora, a 82,3 km dalla fine, è di 3' 18". Il gruppo comunque è molto tranquillo, non dovrebbe avere difficoltà a riprenderli.

15:19 - Intanto la Maglia Rosa ha dovuto indossare una mantellina per coprirsi.

Maglia Rosa coperta

15:16 - I battistrada hanno transitato a Castelbellingham dove c'è il rifornimento fisso

Rifornimento

15:16 - C'è molta tranquillità nel gruppo, la Maglia Rosa Michael Matthews per esempio scherza con Fumiyuki Beppu della Trek.

Michael Matthews e Fumiyuki Beppu

15:15 - Scende a 2' 08" il distacco dei fuggitivi quando mancano 88,7 km al traguardo.

15:03 - Il vantaggio dei cinque battistrada sul gruppo è di 3'.

14:58 - Tjallingii ha transitato per primo anche al traguardo volante davanti a Godoy, Chavez, Cecchinel e Dockx. Elia Viviani ha conquistato 6 punti aggiudicandosi lo sprint del gruppo. C'è stata una caduta in cui sono è stato coinvolto anche Manuel Belletti.

Caduta Belletti

14:53 - Andrea Fedi della Neri Sottoli Yellow Fluo ha avuto un problema con il tubolare, guardate la sua bici

Bici Andrea Fedi

14:52 - A trainare il gruppo c'è l'Orica GreenEdge, in particolare Svein Tuft, Maglia Rosa dopo la prima tappa, passata ieri al suo compagno Michael Matthews.

14:47 - Nonostante il brutto tempo il pubblico irlandese è calorosissimo al passaggio del gruppo. Intanto il vantaggio dei fuggitivi è sceso a 3' 25".

Passaggio del gruppo

14:40 - Procedono sempre di comune accordo i cinque battistrada.

Fuga della terza tappa del Giro d'Italia 2014

14:27 - Purtroppo piove praticamente su tutto il percorso.

Terza tappa del Giro d'Italia 2014

14:23 - Come ieri Maarten Tjallingii ha transitato per primo sul gran premio della montagna, vuole ovviamente conservare la sua Maglia Azzurra.

14:15 - Dopo aver percorso 44 km i cinque battistrada hanno un vantaggio di 5' 25".

13:56 - Cecchinel da qualche chilometro ha raggiunto gli altri quattro fuggitivi e ora il loro vantaggio, dopo 32 km, è di 6' 08".

13:10 - Dopo 7 km di gara Yonder Godoy dell'Androni, Miguel Angel Rubiano del Team Colombia, Maarten Tjallingii della Belkin e Gert Dockx della Lotto Belisol hanno guadagnato 40" su Giorgio Cecchinel della Neri Sottoli Yellow Fluo e 3' sul gruppo.

12:50 - La terza tappa del Giro d'Italia 2014 è partita!

12:35 - Ricordiamo che le maglie sono così distribuite: Maglia Rosa a Michael Matthews (Orica GreenEdge) che è titolare anche della Maglia Bianca che però è indossata dal suo compagno di squadra Luke Durbridge, secondo nella classifica giovani, poi la Maglia Azzurra è sulle spalle di Maarten Tjallingii (Belkin) e la Maglia Rossa è di Marcel Kittel (Giant-Shimano).

12:24 - Mentre in Irlanda si corre l'ultima tappa del Giro 2014 in "terra straniera" (martedì si riparte da Bari), in Italia si celebra la giornata nazionale della bicicletta (oltre alla Festa della Mamma ovviamente).

12:05 - Purtroppo anche oggi il tempo non è clemente con i corridori del Giro d'Italia 2014. Ad Armagh c'è una pioggia battente che disturba la partenza della terza tappa.

Giro d'Italia 2014, terza tappa: Armagh-Dublino


Il Giro d'Italia 2014 arriva oggi, domenica 11 maggio, alla sua terza tappa, l'ultima che si corre in Irlanda e che noi seguiremo in diretta su questa pagina di Outdoorblog.it con aggiornamenti in tempo reale.

La frazione odierna, lunga 187 km, parte da Armagh e arriva a Dublino. Non si sono particolari difficoltà altimetriche, i due gran premi della montagna in programma sono entrambi molto semplici da affrontare, di quarta categoria. Il primo, quello di Martkethill Summit, si trova a quota 232 metri e lo si raggiunge dopo una salita di 4,7 km con una pendenza media del 2,8% e picchi dell'8%, il secondo, quello di Fews Forest, si trova a quota 315 metri dopo una salita di 4 km circa con una pendenza media del 4,1% e punte dell'8%.

I due gpm sono lontanissimi dall'arrivo, si trovano infatti il primo al km 32,1 e il secondo al km 51. Anche oggi dunque il plotone avrà tutto il tempo di riacciuffare la fuga che molto probabilmente si staccherà nei primi chilometri. Al km 84,5 km c'è il traguardo volante di Dundalk e poco dopo, al km 97,3, il rifornimento a Castelbellingham.

Come ieri (gli highlights nel video in alto), l'arrivo dovrebbe essere in volata e dunque il favorito numero 1 è Marcel Kittel, il tedesco della Giant-Shimano che oggi indossa la Maglia Rossa di leader della classifica a punti e che è intenzionato a tenere quanto più a lungo possibile, magari fino alla fine del Giro, anche se le salite in Italia lo metteranno certamente molto in difficoltà. La maglia Rosa, invece, è sulle spalle dell'australiano dell'Orica GreenEdge Michael Matthews, che è primo anche nella classifica giovani anche se la Maglia Bianca è indossata dal suo compagno di squadra Luke Durbridge. Sui gpm potremmo rivedere Maarten Tjallingii della Belink se è intenzionato a difendere seriamente la Maglia Azzurra anche oggi.

Le insidie principali oggi sono il tempo come sempre variabile e in particolare la pioggia che può rendere molto pericoloso l'asfalto, per cui è indispensabile stare attenti per evitare cadute, e le curve negli ultimi chilometri che devono essere affrontate con la massima concentrazione perché anch'esse potrebbero rivelarsi pericolose.
Ricordiamo che domani non si corre, c'è il primo giorno di riposo che i ciclisti sfrutteranno per viaggiare, visto che da martedì si comincia a girare davvero per l'Italia.

Giro d'Italia 2014: 3a tappa Armagh-Dublino, planimetria


Terza tappa Giro d'italo 2014 - Planimetria
Bianco

Giro d'Italia 2014: 3a tappa Armagh-Dublino, altimetria


Altimetria terza tappa Giro d'Italia 2014 - Diretta
Bianco

Giro d'Italia 2014: 3a tappa Armagh-Dublino, ultimi km


Giro d'Italia 2014 diretta terza tappa
  • shares
  • Mail