Running - Allenare la respirazione ed evitare il fiatone (2)

Secondo alcuni alcuni tecnici ed autori, il miglior allenamento per allenare i muscoli respiratori ai fini della corsa è la corsa stessa, secondo altri invece non basta correre ma è necessario lavorare in maniera specifica sia sui muscoli principali, come il diaframma sia su quelli accessori come gli addominali, che cooperano allo svuotamento nella fase di espirazione.

Visto il post precedente sugli esercizi per la muscolatura respiratoria è chiaro per quale posizione propende il sottoscritto; tra l'altro secondo Enrico Arcelli, durante una maratona il consumo d'aria varia tra i 60 e gli 80 litri al minuto, contro i meno di 10 in condizioni di riposo, e per ventilare una tale quantità di aria, i muscoli che regolano i movimenti della gabbia toracica devono essere ben allenati.

Esercizi come quelli già proposti o come quelli che trovate anche in questo post possono essere eseguiti durante i giorni di riposo oppure alla fine di un lento e protratti per una decina di minuti o un quarto d'ora.

Esercizio 3
In ginocchio, seduti sui talloni, schiena dritta: inspirate gonfiando bene la gabbia toracica, quindi, espirando flettete lentamente il busto in avanti stendendo le braccia fino a toccare il pavimento con i palmi delle mani e con la fronte mentre avvicinate i talloni ai glutei, tirando in dentro la pancia il più possibile. Ripetete l'esercizio per 5-6 volte.

Esercizio 4
Seduti a gambe incrociate, impugnando dei manubri da 1 kg: inspirate portando le braccia in fuori fino all'altezza delle spalle e tenendo la schiena dritta; quando avete gonfiato perfettamente il torace, trattenendo il respiro per 4-5 secondi, eseguite delle piccolissime circonduzioni delle braccia, prima in alto, quindi in basso, indietro e in avanti. Espirando appoggiate di nuovo le braccia a terra avanzando leggermente in avanti con le spalle. Ripetete l'esercizio 5-6 volte.

  • shares
  • Mail