Giro d’Italia 2014 | La 7a tappa Frosinone-Foligno: ha vinto Nacer Bouhanni!

Giro d’Italia 2014 | La settima tappa da Frosinone a Foligno.

17:13 - Grazie a questo successo Bouhanni ha conquistato anche la testa della classifica a punti, togliendo la Maglia Rossa a Elia Viviani (Cannondale). Ai seguenti link trovate tutte le classifiche

Giro d'Italia 2014 - Classifica Generale: la Maglia Rosa
Giro d'Italia 2014 - Classifica Giovani: la Maglia Bianca
Giro d'Italia 2014 - Classifica a Punti: la Maglia Rossa
Giro d'Italia 2014 - Classifica Scalatori: la Maglia Azzurra

17:11 - Per Nacer Bouhanni (FDJ.fr) è la seconda vittoria di tappa in questo Giro d'Italia 2014. Questo l'ordine d'arrivo di oggi:

Schermata 2014-05-16 alle 17.10.23

17:08 - Nacer Bouhanni ha vinto la volata per pochissimi centimetri davanti a Giocomo Nizzolo! Ottimo quarto posto della Maglia Rosa Michael Matthews.

Schermata 2014-05-16 alle 17.09.41

17:06 - Ritmo forsennato! Ultimo km!

17:05 - 2.7 km al traguardo. È finita la fuga. Sarà volata. In un restringimento è terminato a terra Ventoso della Movistar.

Schermata 2014-05-16 alle 17.05.00

17:04 - 3 km al traguardo. Incredibile lo sforzo dei fuggitivi. Il gruppo è sempre più vicino.

17:01 - 5 km al traguardo. Scatti e contro-scatti tra i battistrada. Solo 20" di vantaggio.

16:58 - 7.5 km al traguardo. Scende a 44". I battistrada sono esausti, non ce la faranno.

16:56 - 9 km al traguardo. Iniziano gli scatti nel gruppetto dei battistrada. 1'09" il margine.

Schermata 2014-05-16 alle 16.55.06

16:52 - 12km al traguardo. Scende ancora il vantaggio dei battistrada; ora è di 1'31".

Schermata 2014-05-16 alle 16.52.23

16:47 - 15.5 km al traguardo. I fuggitivi hanno perso altri 20".

16:45 - 18 km al traguardo. Scende rapidamente il margine di Björn Thurau (Europcar), Winner Andrew Anacona Gomez (Lampre-Merida), Nathan Haas (Garmin-Sharp), Nicola Boem (Bardiani) e Robinson Chalapud Gomez (Colombia). Ora hanno hanno 2'20" da difendere.

16:42 - 21 km al traguardo. Il gruppo si è ricongiunto, ma è decisamente allungato sotto la spinta delle squadre dei velocisti. 3' 07" il vantaggio dei fuggitivi, che a loro volta stanno dando tutto per arrivare fino in fondo.

Schermata 2014-05-16 alle 16.41.18

16:39 - 23 km al traguardo. Il gruppo si è spezzato in due a causa di una caduta, senza gravi conseguenze, in una rotonda.

Schermata 2014-05-16 alle 16.37.57

16:32 - 29 km al traguardo. I battistrada hanno affrontato la discesa a circa 70 km/h, ma il gruppo si è comunque ulteriormente avvicinato ed ora ha un ritardo di 3' 48".

16:27 - 35 km al traguardo. In cima al GPM il ritardo del gruppo dai battistrada è di 4' 18". Gran lavoro di Moreno Moser (Cannondale), al servizio di Elia Viviani, che ha dettato un ritmo altissimo a tutto il gruppo recuperando circa 40" nei 6 km di salita.

16:23 - È stato Nathan Haas (Garmin-Sharp) il primo a transitare sul traguardo del GPM di Valico della Somma. Secondo Robinson Chalapud Gomez (Colombia) e terzo Björn Thurau (Europcar).

16:16 - 41 km al traguardo. I battistrada stanno affrontando la salita del Valico della Somma, GPM di quarta categoria (5% PM).

16:13 - 43 km al traguardo. 5' 03" il nuovo margine dei battistrada.

Schermata 2014-05-16 alle 16.12.13

16:05 - 48 km al traguardo. Sale ancora il vantaggio; ora è di 5' 17".

15:58 - 52 km al traguardo. Sale a 4' 57" il vantaggio dei battistrada, che stanno dando tutto con cambi regolari per cercare di portare in porto questa fuga.

15:48 - 60 km al traguardo. Atmosfera rilassata in testa al gruppo come testimoniato dal sorriso di Michael Matthews. Adesso i cinque battistrada hanno 4' 36" di vantaggio da gestire. Gli uomini di classifica non dovrebbero far lavorare i propri uomini per annullare questa fuga. Probabilmente tra una 20ina di chilometri inizierà invece il forcing delle squadre dei velocisti.

Schermata 2014-05-16 alle 15.48.29

15:36 - 66 km al traguardo. 4' 20" il vantaggio dei battistrada. In questo momento non sta piovendo, ma non sono esclusi rovesci nel finale.

Schermata 2014-05-16 alle 15.35.38

15:27 - A 75,3 km dalla fine il distacco è di 4' 56".

15:23 - Anche l'Orica GreenEdge della Maglia Rosa Michael Matthews e la FDJ di Nacer Bouhanni fanno restare un uomo nelle primissime posizioni del gruppo che procede in fila indiana.

15:18 - In testa al gruppo c'è un uomo Cannondale, Viviani oggi è uno dei favoriti, la squadra sta lavorando per lui.

Cannondale in testa al gruppo

15:15 - Siamo a 79,7 km dal termine e il distacco è di 5' 36".

15:08 - La Maglia Rossa Elia Viviani ha vinto lo sprint del gruppo, valido per il sesto posto al traguardo volante di Rieti.

15:03 - Al traguardo volante di Rieti il primo a transitare è stato Robinson Chalapud Gomez (10 punti per lui), secondo Nicola Boem (6 punti), terzo Nathan Haas (3 punti).

14:58 - I corridori si stanno ora dirigendo verso Rieti. Al traguardo di Foligno mancano 90 km e il vantaggio dei battistrada è di 5' 35".

14:44 - Sta iniziando a piovere sul percorso.

14:33 - Dopo 100km il vantaggio dei battistrada è salito a 6'40". Il fuggitivo meglio piazzato in classifica generale è Bjorn Thurau (EUC), che ha un ritardo di 6' 45" dalla Maglia Rosa Michael Matthews.

14:25 - Sono stati percorsi una 90ina di km della 7a tappa del Giro d'Italia 2014 da Frosinone a Foligno. In questo momento è in corso una fuga, iniziata dopo circa 25 km sulla salita del GPM di Valico di Arcinazzo, che coinvolge cinque corridori: Björn Thurau (Europcar), Winner Andrew Anacona Gomez (Lampre-Merida), Nathan Haas (Garmin-Sharp), Nicola Boem (Bardiani) e Robinson Chalapud Gomez (Colombia). Attualmente il loro vantaggio sul resto del gruppo è di 5' 50".

Giro d’Italia 2014, diretta | La 7a tappa Frosinone-Foligno

Il Giro d’Italia 2014 arriva alla sua settima tappa il cui svolgimento seguiremo, come sempre, in diretta qui su questa pagina di Outdoorblog.it con la cronaca in tempo reale a partire dalle ore 15, ma con aggiornamenti anche nelle ore precedenti.

In particolare questa mattina sarà da verificare l’elenco partenti perché purtroppo molti ciclisti si sono ritirati in seguito alle due brutte cadute di ieri avvenute a una distanza di appena 150 metri a causa dell’asfalto bagnato. Il Giro purtroppo, dopo le defezioni nelle prime tappe di alcuni big come Daniel Martin e Marcel Kittel, ieri ha dovuto registrare anche il ritiro di uno dei principali favoriti per la vittoria finale della classifica generale, vale a dire Joaquim “Purito” Rodriguez.

Per la squadra del corridore spagnolo che ha chiuso le ultime due stagioni al numero uno della classifica mondiale UCI, la Katusha, questo Giro è diventato davvero drammatico. Oltre a Rodriguez, che ha rimediato la rottura di due costole e del pollice sinistro, il team russo deve rinunciare anche a Giampaolo Caruso, che già nei giorni scorsi si era fratturato lo scafoide, e che ora ha anche gravi abrasioni alla gamba sinistra e la contusione del femore sinistro.

Peggio ancora è andata ad Angel Vicioso che ha una tripla frattura scomposta al femore destro. Anche il giovane Davide Villella della Cannondale si è dovuto ritirare subito dopo la caduta di ieri, mentre molti altri ciclisti delle diverse squadre sono stati valutati tra ieri sera e stamattina, perciò soltanto al momento del foglio firma scopriremo chi continua la corsa e chi no.

Per quanto riguarda la tappa di oggi, è lunga 201 km da Frosinone a Foligno attraverso un percorso caratterizzato da numerosi “mangiaebevi”, ossia i saliscendi che però non sono particolarmente difficili da affrontare e anche i due gran premi della montagna di giornata non dovrebbero creare troppa selezione, per questo per la vittoria di tappa i favoriti sono i velocisti.

Dovendo fare qualche nome, visto lo straordinario stato di forma attuale, viene in mente Michael Matthews dell’Orica GreenEdge, che è galvanizzato soprattutto dal fatto di indossare la Maglia Rosa oltre che dalla bella vittoria di ieri nella sesta tappa (nel video in alto gli highlights). Anche Elia Viviani che indossa la Maglia Rossa potrebbe dire la sua, bisogna vedere quanto apporto avrà dalla sua squadra, considerato che gli uomini migliori della Cannondale ieri sono caduti. Altri nomi su cui si potrebbe puntare sono ovviamente Nacer Bouhanni della FDJ, che ha già vinto una tappa, e gli altri velocisti come Giacomo Nizzolo della Trek, Roberto Ferrari della Lampre-Merida, Francesco Chicchi e Simone Ponzi della Neri Sottoli Yellow Fluo, Kenny Dehaes e Tosh Van Der Sande della Lotto Belisol, e poi ancora Manuel Belletti dell’Androni, Nicola Ruffoni e Sonny Colbrelli della Bardiani CSF, mentre Tyler Farrar della Garmin-Sharp, che finora si è ben comportato nelle tappe di questo tipo, ieri è tra coloro che sono caduti, quindi bisogna vedere fino a che punto si è ripreso.

La settima tappa prende dunque il via da Frosinone, dopo pochi chilometri, 28,6 per a precisione, c’è il primo gpm sul Valico di Arcinazzo, di terza categoria, che arriva dopo un’ascesa di 16,9 km a una pendenza media del 3,6% con picchi del 10% ed è a quota 1000 m. Al km 101,4 a Posticciola c’è il rifornimento, poi al km 122 il traguardo volante. Il secondo e ultimo gpm di giornata, di quarta categoria, si trova sul Valico della Somma, km 171,5. Gli ultimi paesi da attraversare sono Spoleto, San Giacomo, Trevi e Sant’Eraclio prima dell’arrivo a Foligno. Sul traguardo dovrebbe esserci dunque una volata, ma non è detto che si possa creare una fuga in grado di arrivare fino in fondo senza farsi riprendere dagli altri. Molto dipenderà, come sempre, dalle condizioni meteorologiche.

Planimetria 7a Tappa Giro d’Italia 2014 (Frosinone-Foligno)


Settima tappa Giro d'Italia 2014 - Planimetria
Bianco

Altimetria 7a Tappa Giro d’Italia 2014 (Frosinone-Foligno)


Settima tappa Giro d'Italia 2014 - Altimetria
Bianco

Ultimi km 7a Tappa Giro d’Italia 2014 (Frosinone-Foligno)


Giro d'Italia settima tappa 2014 - Ultimi km
  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: