Tour of California 2014: capolavoro di Taylor Phinney, la quinta tappa è sua (VIDEO)

Incredibile assolo di Taylor Phinney negli ultimi 20 chilometri.

Il Giro della California 2014 continua a regalare sorprese ed emozioni. Oggi il merito va tutto a Taylor Phinney che ha vinto la quinta tappa, da Pismo Beach a Santa Barbara (172,9 km), mettendo in scena un vero e proprio capolavoro, con tanto di inchino sulla linea del traguardo, seguito poi, però, dalle mani sul casco, perché neanche lui poteva credere a quello che aveva appena fatto e cioè un numero straordinario.

A più di 20 km dalla fine Phinney è partito in contropiede dal gruppo superando Daniel Jaramillo della Jamis-Hagens Berman che si era staccato in solitaria, dopo che il plotone aveva ripreso i fuggitivi di giornata, guadagnando un massimo di 10”. L’americano (ormai mezzo italiano) della BMC è partito a tutta, ha superato Jaramillo e ha dato vita a una vera e propria gara a cronometro, lui da solo contro tutti, ha guadagnato subito 15” di vantaggio sul gruppo e ha aumentato il gap in discesa fino a un massimo di 55” a poco più di 6 km dalla fine, sceso a 20” negli ultimi 2 km, ma ormai l’impresa era compiuta e Phinney era irraggiungibile.

Non è bastato lo sforzo di Cannondale e Orica GreenEdge in testa al gruppo per riacciuffare l’americano. La squadra di Peter Sagan, in particolare, ha messo in atto una tattica volta a staccare Mark Cavendish dell’Omega Pharma - Quick Step, evidentemente ritenuto il pericolo numero uno per questa tappa. In effetti Cannonball è rimasto isolato, ma l’imprevedibile azione di Phinney ha sconvolto i piani di tutti.
Sagan si è dovuto accontentare di vincere lo sprint finale del gruppo, piazzandosi alle spalle di Phinney con un ritardo di 12”, davanti a Matthew Goss dell’Orica GreenEdge.

La fuga di giornata è partita praticamente subito e ha avuto come protagonisti Michael Schär della BMC, Danny Van Poppel della Trek, Maarten Wynants della Belkin, Isaac Bolivar della UnitedHealthcare, Iker Camano Ortuzar del Team NetApp-Endura e Serghei Tvetcov della Jelly Belly. I battistrada hanno avuto un vantaggio massimo di circa 2’ 30”, perché ovviamente il gruppo non voleva farsi fregare da una fuga bidone come ieri, poi sono stati tutti ripresi a poco meno di 30 km dalla fine ed è partito l’attacco di Jaramillo prima e quello decisivo di Taylor Phinney poi. Si sono fatti vedere anche la Maglia a Pois Will Routley della Optum, grande protagonista nei giorni scorsi, e Lucas Euser della UnitedHealthCare, ma i loro tentativi sono stati vanificati dal gruppo.

In Maglia Gialla resta sempre Bradley Wiggins, oggi per lui una tappa molto tranquilla, ma domani dovrà di nuovo sudare per difendere la sua leadership nella frazione da Santa Clara a Mountain High, lunga 151,8 km con arrivo in salita.

Taylor Phinney fenomenale al Tour of California 2014

Ecco i primi dieci al traguardo della quinta tappa:


    1) Taylor Phinney (USA) BMC Racing Team 3h 59’ 33”
    2) Peter Sagan (Svk) Cannondale +12”
    3) Matthew Harley Goss (Aus) Orica GreenEdge +12”
    4) Jasper Stuyven (Bel) Trek Factory Racing +12”
    5) Kiel Reijnen (USA) UnitedHealthcare +12”
    6) Lawson Craddock (USA) Team Giant-Shimano +12”
    7) Thomas Damuseau (Fra) Team Giant-Shimano +12”
    8) Greg Van Avermaet (Bel) BMC +12”
    9) Paul Voss (Ger) Team NetApp-Endura +12”
    10) Tiago Machado (Por) Team NetApp-Endura +12”

E queste le prime dieci posizioni della classifica generale a tre tappe dalla fine del Giro della California 2014:


    1) Bradley Wiggins (GBr) Team Sky 17h 53’ 36”
    2) Rohan Dennis (Aus) Garmin Sharp +28”
    3) Tiago Machado (Por) Team NetApp-Endura +1’ 09”
    4) Lawson Craddock (USA) Team Giant-Shimano +1’ 25”
    5) Adam Yates (GBr) Orica GreenEdge +2’ 14”
    6) Peter Stetina (USA) BMC +2’ 28”
    7) Matthew Busche (USA) Trek Factory Racing +2’ 29”
    8) Carter Jones (USA) Optum p/b Kelly Benefit Strategies +2’ 31”
    9) Laurens Ten Dam (Ned) Belkin +2’ 33”
    10) Javier Alexis Acevedo Colle (Col) Garmin Sharp +2’ 34”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail