Pose Method: migliorare la tecnica di corsa



In America si fa ricerca su tutto e si brevetta di tutto, finanche un sistema per insegnare la postura e migliorare il gesto atletico nella corsa così come nei più svariati sport, il Pose Method.

Sviluppato dal Dott. Nicholas S. Romanov, allenatore della quadra olimpionica nell'Unione Sovietica del 1977, questo stile basato sulla postura avrebbe - il condizionale è d'obbligo - favorito il vincitore mondiale del Triathlon nel 2006 Tim Don, che lo ha messo in pratica.

Il sospetto che si tratti di un modo per vendere libri e videocorsi coglie chiunque dia un'occhiata anche superficiale alle pagine del sito. Tuttavia non mancano pubblicazioni scientifiche e pareri di esperti di biomeccanica come Lee Saxby, che scrive per Runner's World.

Sul sito viene spiegato che, se si analizza il movimento di un corpo nel tempo e nello spazio, lo si vede passare attraverso un infinito numero di pose o posizioni, la maggior parte delle quali sono movimenti transitori che sono il risultato, non la causa, di un'apposita postura.

Ma in che consiste questo metodo Pose? Con riferimento alla corsa sembra che il discorso giri intorno al semplice utilizzo della gravità. Come spiega Saxby "quando corriamo siamo continuamente sul punto di cadere ... La nostra reazione naturale è quella di mettere i piedi in avanti per evitare la caduta, poi dare la spinta e ripetere il processo. Questo dà luogo alla convenzionale fase di accelerazione - la spinta - nella corsa, seguita da un'immediata decelerazione". Il Metodo Pose punta a eliminare la decelerazione.

Questo risultato è ottenuto attraverso passi brevi e con atterraggi leggeri. "Il sistema Pose è comunemente associato con l'appoggio sull'avanpiede, piuttosto che il tallone", spiega Saxby, secondo il quale il modo migliore per capire il metodo Pose è quello di correre a piedi nudi: "Le spesse suole delle scarpe da corsa non ci permettono di sentire quando stiamo atterrando correttamente". Questo (l'atterraggio sul tallone) egli afferma, è la principale causa di infortuni e adottare il metodo Pose dovrebbe eliminare la maggior parte di essi, un po' come succede in questo video.

"Il fatto che l'85% delle persone che corrono rinunci a causa di un infortunio è inaccettabile - rende chiaro che stiamo facendo qualcosa di sbagliato". In base a questa constatazione Saxby propende per l'appoggio sull'avanpiede, un'annosa questione da tempo dibattuta fra gli specialisti; vi accenna anche Orlando Pizzolato, nel capoverso dedicato all'appoggio a questo link.

La curva di apprendimento di questo metodo sarebbe di circa tre mesi , durante i quali, si è osservato, la frequenza cardiaca può essere più elevata del solito e le prestazioni possono subire dei leggeri cali, man mano che il corpo si abitua, ma dopo, assicurano sul sito, si dovrebbe volare.

  • shares
  • Mail