Volley & calcio: Jack Sintini ospite degli azzurri a Coverciano

Il palleggiatore della Diatec Trentino ha incontrato Prandelli e i suoi giocatori.

Jack Sintini è uno dei giocatori più amati della nostra pallavolo, oltre a essere un campione sul campo lo è anche nella vita, avendo lottato e vinto contro il tumore e avendo tratto spunto da quella esperienza per aiutare gli altri creando un'associazione che raccogliere fondi per la ricerca su leucemie e linfomi e per l'assistenza in campo onco-ematologico.

Ebbene oggi Sintini ha portato il suo messaggio di speranza anche nel ritiro della Nazionale di calcio di Cesare Prandelli, che è in raduno presso il centro tecnico federale di Coverciano dove si sta preparando in vista dei Mondiali in Brasile.

Dopo il primo allenamento di questa mattina, Prandelli ha voluto che Jack Sintini raccontasse agli azzurri la sua storia. Il pallavolista ha anche regalato a ogni calciatore il suo libro Forza e Coraggio che ha scritto con Francesca Parravicini e che è edito da Mondadori.

Sintini col capitano azzurro Gianluigi Buffon

Sintini ha inoltre consegnato a Prandelli la sua maglia da gioco della Diatec Trentino e Gigi Buffon, capitano della nazionale di calcio, gli ha consegnato la sua divisa da portiere. Sintini metterà all'asta la maglia del numero 1 della Juve e della nazionale e gli introiti saranno destinati ai fini che persegue l'Associazione Giacomo Sintini.

Il palleggiatore gialloblù è anche intervenuto in diretta su RaiSport, intervistato da Alessandro Antinelli, e ha detto:

"È stato una bellissima mattinata a stretto contatto con grandi campioni. Durante l’incontro con i giocatori ho raccontato la mia esperienza di atleta e uomo che torna in campo dopo aver sconfitto la malattia e mi ha fatto davvero piacere vedere tutti molto interessati e grati per la mia testimonianza. Daniele De Rossi era fra i più commossi e Buffon è stato gentilissimo a regalarmi la sua maglia. Gli azzurri stanno lavorando molto in questo periodo per preparare al meglio il Mondiale e da atleta so cosa voglia dire: ho trovato davvero un gruppo molto determinato, unito e sereno. Voglio quindi ringraziare tutti per avermi offerto l’opportunità di far conoscere la mia storia e veicolare ancora con maggiore capillarità il mio messaggio di speranza"

Qui l'intervista che Jack Sintini ci ha rilasciato un anno fa.

Jack Sintini consegna la maglia della Trentino Volley a Cesare Prandelli

  • shares
  • Mail