Europei di scherma Strasburgo 2014: bronzo per Rossella Gregorio, oro per Bebe Vio. Delude il fioretto maschile

Vio campionessa d’Europa nel fioretto femminile paralimpico categoria B, Gregorio terza nella sciabola femminile.

Arrivano altre due medaglie ad arricchire il medagliere complessivo dell’Italia agli Europei di scherma in corso a Strasburgo. Oggi Rossella Gregorio ha conquistato il bronzo nella prova di sciabola femminile, mentre tra le discipline paralimpiche Beatrice “Bebe” Vio si è laureata campionessa d’Europa nel fioretto femminile categoria B.

Molto emozionante la vittoria di Bebe Vio che alla fine della sua gara ha riceduto un abbraccio collettivo da tutta la delegazione italiana che si è commossa: l’atleta veneta, infatti, è la più giovane di tutti con i suoi 17 anni ed è all’esordio assoluto in una competizione continentale, un esordio vincente. In finale tra l’altro ha travolto l’avversaria, la russa Viktoria Boykova, imponendosi per 15-5. Ecco che cosa ha detto con la medaglia al collo:

“Provo una gioia incontenibile. Dedico questa vittoria al CT della Nazionale paralimpica, Fabio Giovannini. Senza di lui non sarei qui. Oggi ho tirato bene perché ho cercato di non pensare al fatto che ci fosse tanto pubblico, tanto tifo e a quello che c'era in palio. Sono felicissima!"

Per quanto riguarda Rossella Gregorio, ha iniziato il suo cammino nella fase a gironi con tre vittorie e due sconfitte, poi nel tabellone delle 32 ha battuto la russa Velikaya per 15-10, agli ottavi ha avuto la meglio sulla spagnola Marcos per 15-12, ai quarti ha eliminato la tedesca Limbach per 15-9, infine in semifinale ha perso per 15-8 contro la numero uno al Mondo, l'ucraina Olga Kharlan.

Sempre nella spada femminile hanno carreggiato anche Ilaria Bianco, che ha concluso al nono posto, Irene Vecchi, ventunesima, e Lucrezia Sinigallia, ventottesima.

Le medaglie azzurre delle prime due giornate agli Europei di scherma di Strasburgo 2014

Grande delusione nel fioretto maschile, dove nessuno dei quattro azzurri in gara è riuscito a salire sul podio, purtroppo siamo lontanissimi dai fasti di un tempo, nonostante gli schermidori siano gli stessi. Il migliore è stato Giorgio Avola, che si è classificato settimo, poi gli altri tutti fuori dalla top-ten, eliminati ai sedicesimi: Andrea Cassarà diciassettesimo dopo aver perso 15-14 con il tedesco Braun, Valerio Aspromonte diciottesimo battuto 15-12 dal russo Cheremisinov (ma aveva un assalto in meno nella fase a gironi), infine Andrea Baldini ventisettesimo, eliminato proprio da Avola (15-13) ai sedicesimi dopo aver ottenuto due sconfitte e quattro vittorie nella fase a gironi e una vittoria per 15-5 nel tabellone dei 64 contro il danese Tsoronis.

Nella spada maschile paralimpica categoria A Matteo Betti si è classificato settimo, nella spada maschile paralimpica categoria B Sergio Cherubini è arrivato sedicesimo, nel fioretto femminile paralimpico categoria A Loredana Trigilia (già bronzo nella sciabola) si è classificata settima e Andreea Mogos diciassettesima.

Nel video in alto della Federscherma la vincitrice Beatrice Vio. Nella foto qui di seguito Rossella Gregorio con le altre medagliate della sciabola femminile: l’oro Olga Kharlan (Ucraina); l’argento Ekaterina Dyachenko (Russia) e l’altro bronzo Vasiliki Vougiouka (Grecia).

Podio Europei 2014 Sciabola Femminile

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail