Europei di scherma Strasburgo 2014, fioretto donne: Di Francisca oro, Batini argento, Vezzali bronzo

Per Elisa Di Francisca è il terzo titolo europeo dopo quelli del 2011 e del 2013.

Il fioretto femminile non si smentisce mai: agli Europei di scherma di Strasburgo la tripletta è servita grazie a Elisa Di Francisca, Martina Batini e Valentina Vezzali che occupano il primi tre gradini del podio.

Oggi si sono concluse le prove individuali e da domani cominciano quelle a squadre, ma per l'Italia non si poteva immaginare una giornata migliore con tutte le sue quattro atlete tra le prime sei. L'unica è essere rimasta fuori dal podio è la sfortunatissima Arriana Errigo, la campionessa del mondo che è stata eliminata per 15-13 ai quarti di finale dalla russa Biryukova che è poi stata battuta in semifinale 15-12 dalla Batini dovendosi accontentare del bronzo a pari merito con Valentina Vezzali.

Arianna Errigo tra l'altro era stata l'unica delle quattro azzurre a superare la fase a gironi con sei vittorie e zero sconfitte, nonostante l'infortunio al dito medio della mano armata che le dà fastidio da tempo. Poi ha battuto per 15-2 l'ucraina Deordieva ai sedicesimi, per 15-4 la polacca Lyczbinska agli ottavi, per poi cedere per due stoccate ai quarti.

Valentina Vezzali, invece, ha superato la fase a gironi con quattro vittorie e una sconfitta, poi nel tabellone delle 32 ha vinto per 15-3 contro la slovacca Cellerova, agli ottavi ha avuto la meglio al minuto supplementare per 5-4 contro l'ungherese Knapek e anche ai quarti è andata ai supplementari imponendosi per 8-7 sulla tedesca Golubytskyi, infine in semifinale è stata battuta 15-3 dalla connazionale Elisa Di Francisca.

Martina Batini ha iniziato con coque vittorie e un ko nella fase a gironi, ha proseguito con una vittoria per 15-4 ai sedicesimi contro l'ucraina Chentsova, poi ha battuto la francese Guyart per 15-13 agli ottavi e ai quarti ha vinto contro la russa Korobeynikova per 15-10, infine in seminale ha "vendicato" Arianan Errigo battendo la Biryukova.

Elisa Di Francisca ha vinto cinque assalti su sei nella fase a gironi, poi ha battuto tre tedesche di fila: per 15-3 la Waechter ai sedicesimi, per 15-8 la Bingenheimer agli ottavi, per 15-10 la Sauer ai quarti. La campionessa europea ha infine vinto due derby consecutivi, prima con la Vezzali in semifinale e poi con la Batini in finale, in entrambi i casi il suo trionfo è stato netto con il già citato 15-3 contro Valentina e con un 15-5 contro Martina.

Oggi si sono disputate anche le gare di sciabola maschile e il miglior piazzamento per gli azzurri è stato quello di Diego Occhiuzzi, quinto, mentre Enrico Berrè è arrivato settimo (ma entrambi hanno molto da recriminare contro le decisioni arbitrali), poi Luigi Samele tredicesimo e Aldo Montano ventinovesimo.
Per quanto riguarda le discipline paralimpiche c'è da da registrare oggi il quinto posto di William Russo nel fioretto maschile categoria C.

Nel video in alto le parole di Arianna Errigo.

Elisa Di Francisca e Valentina Vezzali

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail