Atp Queen's 2014: vince Dimitrov, Feliciano Lopez cede in finale in tre tie break

Terzo titolo stagionale per Grigor Dimitrov. Dopo il cemento (Acapulco), la terra (Bucharest), il bulgaro trionfa anche sull'erba nel prestigioso Atp 250 del Queen's di Londra. E' stata una finale tiratissima quella con Feliciano Lopez, vinta in rimonta con un 7-6 periodico. I primi due parziali si concludono al tie break con entrambi i contendenti che riescono a tenere sempre il servizio. Il primo va a Lopez 10-8 al quinto set point a disposizione. Il secondo se lo aggiudica il bulgaro con un netto 7-1.

Più movimentato il parziale conclusivo. Lopez piazza il primo break del match nel game di apertura ma si fa riprendere, al momento di servire per il 5-3. Dimitrov pareggia 4-4. Altro tie break, stavolta più equilibrato. Sul 5-5, Grisho si procura un mini break che equivale a match point ma stecca di dritto. L'appuntamento con la vittoria è solo rimandato. Dal 6-6, Feliciano perde la bussola e subisce i due punti che gli costano il torneo.

Atp Queen's 2014: le semifinali

Grigor Dimitrov conquista la prima finale in carriera in un torneo su erba, battendo nella semifinale dell'Atp Queen's 2014, la testa di serie n°1 del seeding londinese Stan Wawrinka in due set (6-2; 6-4).

Vittoria giusta del bulgaro. E' proprio lui a spezzare l'equilibrio iniziale (2-2) con un doppio break che gli consegna il primo set. Wawrinka ha avuto due chance per accorciare le distanze sotto 5-2. Poco prima, nel corso di uno scambio, l'elvetico ha insaccato la gamba nel terreno procurandosi una lieve distorsione alla caviglia che lo ha condizionato nei movimenti laterali. In effetti, l'espressione di Stan è sembrata piuttosto corrucciata e impaurita dopo l'episodio che nulla toglie, comunque, ai meriti di Grisho.

Equilibrio anche in avvio di secondo set. Wawrinka vanica altre due palle break sul 2-2 da 15-40 e viene punito nell'unica concessa all'avversario nel fatidico settimo gioco. In vantaggio 4-3 Dimitrov amministra agevolmente e chiude a 0 nel game conclusivo. Per il bulgaro è la terza finale dell'anno dopo quelle disputate, e vinte, sul veloce di Acapulco a febbraio e sulla terra di Bucarest a fine aprile.

Domani, Dimitrov contenderà il titolo a Feliciano Lopez vincitore 7-6; 6-4 sul veterano Stepanek. L'iberico torna a disputare una finale a un anno esatto dall'ultima giocata 12 mesi a Eastbourne, sempre sull'erba, e vinta con Gilles Simon. Un risultato quello di Lopez che conferma la sua atipicità al confronto con i connazionali più a loro agio sulle superfici lente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail