Basket Serie A mercato: chiusa un'era a Sassari, via anche Drake Diener

L’attenzione di tutti è rivolta ovviamente alla finale scudetto, pareggiata da Siena sul 2-2 contro Milano, ma il mercato inizia a muovere i primi passi, per tutte le altre squadre. In particolare, è la Dinamo Sassari ad essere in copertina: dopo il ritiro di Travis Diener, anche il cugino Drake lascerà la Sardegna. L’annuncio è stato dato dal presidente Sardara, tramite la sua pagina Facebook: “Ho sentito ora Drake che mi ha appena anticipato la volontà di intraprendere una nuova avventura - ha scritto - good luck Drake!! Noi chiudiamo un ciclo e ne riapriamo un altro”.

E’ proprio terminata un’era in casa sarda, che ha portato il trionfo in Coppa Italia dello scorso febbraio e messo il Banco di Sardegna sulla cartina del basket italiano, andando sempre ai playoff tra sorprese e conferme, con il gioco spumeggiante firmato Sacchetti. Drake Diener ha vissuto quest’anno la sua miglior stagione italiana (19,4 punti, 63% da 2 e 52% da 3), certificata anche dal meritatissimo titolo di MVP della stagione. Famoso anche per i suoi ‘buzzer beater’, come quelli nei playoff 2012 con Bologna o quello alla fine del terzo periodo del quarto di Coppa Italia 2014 a Milano.

Ora la squadra sarda ripartirà con un nuovo progetto, sempre guidato in panchina da Meo Sacchetti, con Jeff Brooks come colpo già annunciato nelle scorse settimane ed ora a caccia di un playmaker per sostituire TD12. I nomi più gettonati sono quelli di Joe Ragland (cercato anche da Milano) e Marquez Haynes, ma probabilmente servirà attendere la fine della finale tricolore per entrare davvero nel vivo. Nel frattempo, l’Enel Brindisi ha annunciato il suo playmaker per la prossima stagione: si tratta di Sek Henry, proveniente dal campionato polacco.

drakedienersassariad

Foto Alessia Doniselli

  • shares
  • Mail