Basket finale scudetto 2014 | Siena-Milano: Banchi, Crespi e Ress dopo gara 5

gioiasienagara5finale

Ad un passo dall’impresa più grande. Siena sbanca il Forum, si porta avanti per 3-2 e tra due giorni avrà l’occasione di conquistare un incredibile ed assolutamente insperato scudetto, davanti al pubblico amico. “L’ho capito ieri sul pullman, che sarebbe stata la nostra partita, quando ho visto i ragazzi già concentrati - ha detto Tomas Ress, il capitano della squadra toscana - Per la prima volta sono entrato in campo quasi senza tensione, perché sapevo che la squadra era pronta”. E lo ha dimostrato sul campo, restando davanti per quasi tutti i 40 minuti di gioco.

C’è stato solo un momento di difficoltà, sul -4 nel finale di terzo quarto, risposto con il 16-2 che ha deciso il confronto: “E’ stata una prestazione di grande qualità mentale, sorpassando diverse difficoltà dentro nella partita - le considerazioni di Marco Crespi - ma sempre avendo gli occhi di cinque giocatori che si cercavano, anche dopo un errore”. Ora c’è l’occasione di fare nuovamente la storia, per l’ultima volta: “La prossima partita deve essere l’occasione di giocare insieme, sfidare chi è più forte di noi, ancora una volta nei prossimi 40 minuti”.

Dall’altra parte si respira l’aria cupa, con nell’aria l’odore acre del fallimento (non societario, ma a livello sportivo), tanto che nessun giocatore di Milano si presenta nel post gara. Lo fa solo coach Luca Banchi: “Abbiamo vissuto le stesse difficoltà delle ultime due partite, con percentuali scadenti e senza trovare lucidità”. Il tecnico biancorosso prova a crederci: “Dobbiamo concentrarci sulla prossima partita, cercando di fare quello che non siamo riusciti nelle due gare precedenti”. E che all’Olimpia non è mai riuscita nella storia: vincere a Siena nei playoff. Altrimenti sarà l’ennesimo disastro.

Foto Alessia Doniselli

  • shares
  • Mail