Vuelta 2012: 15° Tappa - Vittoria per Piedra, Rodriguez ancora maglia rossa

2 Settembre 2012 - Tappa molto emozionante anche oggi. Ha vinto il 27enne Antonio Piedra che è scappato in fuga insieme ad altri nove corridori, per poi staccarli all'inizio della salita finale di Lagos de Covadonga. Sono arrivati appaiati Rodriguez, Contador, Valverde, mentre Froome ha perso 35 secondi al traguardo dai tre spagnoli in grande spolvero anche quest'oggi. (Il Servizio completo - La classifica generale)

ordine di arrivo:

1. Antonio PIEDRA PEREZ (059) 05:01:23
2. Ruben PEREZ MORENO (075) a 02:02
3. Lloyd MONDORY (015) a 02:02
4. David DE LA FUENTE RASILLA (056) a 02:02
5. Pablo LASTRAS GARCIA (005) a 02:07
6. Simon GESCHKE (197) a 02:12
7. Kevin SEELDRAEYERS (036) a 02:25
8. Andrey KASHECHKIN (035) a 03:35
9. Vicente REYNES MIMO (137) a 03:49
10. Sergey LAGUTIN (213) a 06:45
11. Alejandro VALVERDE BELMONTE (009) a 09:25
12. Joaquin RODRIGUEZ OLIVER (101) a 09:25
13. Alberto CONTADOR VELASCO (201) a 09:25
14. Nairo Alexander QUINTANA ROJAS (007) a 09:38
15. Igor ANTON HERNANDEZ (071) a 09:48
...
17. Robert GESINK (161) a 10:00
22. Daniel MORENO FERNANDEZ (107) a 10:00
23. Christopher FROOME (181) a 10:00

Quattordicesima tappa: vince Rodriguez

1 Settembre 2012 - Terza vittoria di tappa per la maglia rossa Joaquin Rodriguez Oliver al termine di una corsa caratterizzata da una fuga di Alberto Losada, suo compagno di squadra. Negli ultimi cinque chilometri i "quattro cavalieri" di questa Vuelta (Rodriguez, Contador, Valverde e Froome) sono passati in testa alla corsa. Froome ha cercato di partire a 3,5km e mezzo al termine, ma è stato subito rimontato e superato dagli altri tre, perdendo 35" al traguardo. Anche Contador ha cercato di la staccare gli altri a circa un chilometro dal termine, ma è stato rimontato negli ultimi 300 metri dalla maglia rossa Rodriguez che ha conquistato la sua terza tappa ed abbuono. (La tappa in diretta)

Undicesima tappa a Cronometro: vince Kessiakoff

Lo svedese Frederik Kessiakoff della Astana Pro Team, ha vinto l'undicesima tappa della Vuelta 2012 davanti ad Alberto Contador e Christopher Froome. E' riuscito incredibilmente a conservare la maglia rossa lo scalatore Joaquin Rodriguez con un secondo di vantaggio su Contador nella classifica generale. Alla vigilia lo stesso Rodriguez aveva messo in preventivo in ritardo di un paio di minuti dal vincitore, ma alla fine è arrivato a solo 1'16" di ritardo Kessiakoff ed a 58' da Contador. (La classifica generale)

29 agosto 2012: dopo che Rodriguez ha consolidato il suo primato, dopo il poker di John Degenkolb, dopo il giorno di riposo, altra giornata-chiave per la corsa a tappe spagnola. Oggi, infatti, si disputa la prima e unica cronometro individuale di questa edizione della Vuelta. Sarà finalmente l'occasione per Froome e per Contador di dare l'assalto al primato?

Decima tappa: John Degenkolb sugli scudi

28 agosto 2012: E' senza dubbio il velocista più forte, oggi. John Degenkolb piazza la zampata e vince per la quarta volta una tappa della Vuelta 2012. Niente da fare per gli altri velocisti, il francese Nacer Bouhanni si accontenta del secondo posto e Daniele Bennati del terzo.

Nona tappa: Rodriguez consolida

Ancora montagna, ancora spettacolo. Rodriguez secondo, consolida il suo primato in classifica generale. Froome è a 53", Contador a 1'.

Ottava tappa: Valverde si vendica

Alejandro Valverde vince la tappa di montagna lasciando Alberto Contador di stucco e vendicandosi anche nei confronti di Froome (quarto) di quel forcing forsennato per staccarlo dal gruppo quando cadde. Rodriguez è sempre maglia rossa.

25 agosto 2012: oggi, per la Vuelta, è la resa dei conti. Chi indosserà la maglia rossa alla fine dell'ottava tappa avrà in tasca, ne siamo quasi certi, un pezzetto di corsa decisamente significativo per la vittoria finale. A meno che i tre big non siano tutti e tre talmente in forma da mantenere i distacchi invariati all'arrivo. Ecco il live dell'ottava tappa della Vuelta 2012 che sta per cominciare

Settima tappa: la triplete di Degenkolb

24 agosto 2012: John Degenkolb fa tris: è il velocista più in forma del momento, e non ce n'è per nessuno. Joaquin Rodriguez si gode la sua maglia rossa per il quarto giorno consecutivo e non ci sono variazioni in classifica generale (mentre Degenkolb consolida il suo primato nella classifica a punti). Ma domani si torna in montagna, e ci sarà da divertirsi. Perché la terza frazione in salita (sulle dieci previste dal percorso della Vuelta) darà sicuramente altre indicazioni. Contador si sarà ripreso? Froome sarà combattivo come al solito? E Rodriguez riuscirà ad imporre il suo ritmo per tenersi la maglia rossa? Se ce la facesse, sarebbe un segnale molto importante per la corsa. Perché poi si viaggerà di conserva fino a Barcellona, domenica, e quindi il gruppo potrà giovare di una giornata di riposo, lunedì.

Sesta tappa: la legge di Joaquin Rodriguez

23 agosto 2012: ancora una frazione di montagna, ancora spettacolo. Ma questa volta Joaquin Rodriguez va personalmente all'attacco sull'ultima salita, rispondendo a un tentativo di forcing di Christopher Froome e va anche a vincere la tappa, oltre che a difendere la maglia rossa.

Alberto Contador un po' in difficoltà.

Quinta tappa: il bis di Degenkolb

22 agosto 2012: John Degenkolb vince con uno sprint imperioso (ben guidato dalla sua squadra) anche la quinta tappa della Vuelta 2012 (vedi il live). Gruppo compatto, non si registrano variazioni in classifica generale. La maglia rossa resta a Joaquim Rodrìguez.

Quarta tappa

Joaquim Rodrìguez è maglia rossa. Ha risposto agli attacchi di Contador mantenendo il suo ritmo ed è arrivato a vestire i colori del leader del giro per un solo secondo (questo il distacco di Froome in classifica generale). Decisamente più sfortunato, Alejandro Valverde ha contenuto i danni di una caduta che gli ha fatto perdere parecchio terreno, con il Team SKY che non ha esitato ad attaccare per approfittarne. Un gesto che, verosimilmente, porrà fine a qualunque forma di pax fra squadre.

La vittoria della quarta tappa è andata, allo sprint dopo una fuga d'altri tempi, di 160 km (dalla partenza, praticamente), all'australiano Simon Clarke (ecco il live della tappa.

La terza tappa, Valverde maglia rossa

Vuelta 2012: la terza tappa

Vuelta 2012: la terza tappa

Vuelta 2012: la terza tappa
Vuelta 2012: la terza tappa
Vuelta 2012: la terza tappa

20 agosto 2012: hanno fatto proprio bene, gli spagnoli, a piazzar salite fin dalla terza tappa. Perché al di là della lunga fuga che si è risolta in un nulla di fatto, la terza frazione della Vuelta 2012 ha avuto un finale davvero spettacolare. Alberto Contador ha mostrato fino in fondo di esserci, ma il combattivissimo Alejandro Valverde ha avuto la meglio allo sprinti finale (al fotofinish, con Joaquin Rodriguez) e si è preso anche la maglia rossa. Primo scossone in classifica generale, prima giornata dura, prime lotte fra i favoriti, che sono tutti lì, già in testa alla classifica.

Il primo degli italiani è Eros Capecchi, dodicesimo, oggi fra i migliori (settimo ad appena 6" dal vincitore di tappa).

La seconda tappa

19 agosto 2012: Jonathan Castroviejo porterà la sua maglia rossa anche domani, nella terza tappa della Vuelta, Faustini V - Alto de Arrate, fra i Paesi Baschi di cui è originario.

L'arrivo di oggi, allo sprint, con la vittoria del tedesco John Degenkolb, non ha generato alcun movimento nella classifica generale.

Si muove, invece, la classifica degli scalatori, grazie al primo Gran premio della montagna, così come la classifica a punti.

Classifica scalatori

1. Javier Chacon, 3 punti (maglia a pois)
2. Javier Aramendia, 2
3. Mikhail Ignatyev, 1

Classifica a punti

1. John Degenkolb, 25 punti (maglia verde)
2. Allan Davis, 20 punti
3. Ben Swift, 16
4. Elia Viviani, 14


La prima tappa

Vuelta 2012, la classifica generale dopo la prima tappa e la prima maglia rossa

18 agosto 2012, 23.21: Jonathan Castroviejo è la prima maglia rossa della Vuelta di Spagna 2012. La Movistar, squadra spagnola, si è goduta un vero e proprio bagno di folla, con grandi festeggiamenti. Quando sembrava che non ci fosse modo di scalzare la Rabobank dal primo posto della cronosquadre di Pamplona (con gli ex aequo), ci hanno pensato i membri della Movistar a dare uno scossone alla corsa e a scendere sotto il muro dei 19', percorrendo i 16,5 km della prima tappa in 18'51". Chris Froome e Alberto Contador, per ora, stanno a guardare. Come Lars Boom della Rabobank.

Poiché Castroviejo è stato il primo della squadra a tagliare il traguardo, oltre alla vittoria di tappa con i suoi compagni, lo spagnolo è anche il primo a indossare il maillot rojo, la maglia rossa del leader della Vuelta.

«Sono molto felice», ha detto Castroviejo, «la dedico a tutti coloro che mi hanno aiutato ad essere qui, alla squadra che ha avuto fiducia in me e alla mia famiglia. Era il nostro primo obiettivo alla Vuelta, vincere questa tappa, senza pensare a chi sarebbe stato il primo».

E il primo è stato proprio lui. Indosserà la maglia rossa in gara domani, 19 agosto 2012, nel corso della seconda tappa, Pamplona Viana, dedicata ai velocisti.

La Vuelta comincia

18 agosto 2012, 16.47: La Vuelta 2012 sta per cominciare, con la prima tappa, la cronosquadre di Pamplona, live su Eurosport dalle 18.15.

Vuelta 2012: i favoriti. Contador, Froome e gli altri

Christopher Froome è uno dei favoriti della Vuelta 2012

Domani, 18 agosto 2012, parte, finalmente, la Vuelta 2012 di Spagna, con la cronosquadre di Pamplona. Diamo un'occhiata ai favoriti per la vittoria finale.

Sicuramente, al primo post bisogna mettere Alberto Velasco Contador, al ritorno dopo lo stop per doping (con squalifica di due anni ma retroattiva e dunque uno stop forzato di 6 mesi. Contador non ha dubbi: si vuole riscattare, vuole ripulire la sua immagine e tornare grande senza ombre. Il ciclista, peraltro, ha sempre negato di essersi dopato e ha parlato di intossicazione alimentare.

Poi viene Christopher Froome: il ciclista keniano naturalizzato inglese ha fatto una splendida Vuelta, l'anno scorso (arrivando secondo, nonostante corresse da gregario) e poi ha conquistato una medaglia di bronzo a Londra 2012 nella prova a cronometro. Nel 2012 è arrivato secondo al Tour de France e questa volta avrà il Team SKY per sé e correrà come capitano. E' sicuramente il cliente più difficile per Contador.

Poi c'è Igor Antón, classe 1983, corre per la Euskaltel-Euskadi. Non vanta grandi piazzamenti nelle corse a tappe, ma è in ottima forma.

Quindi c'è Joaquim Rodríguez Oliver (Katusha Team). Scalatore esperto (cosa che tornerà senz'altro utile in questa Vuelta dalle mille salite), ha già vinto la classifica dedicata proprio alla Vuelta nel 2005. E' arrivato secondo all'ultimo giro d'Italia.

Juan Josè Cobo, Robert Gesink, Jurgen Van den Broeck e, per l'Italia, Damiano Cunego sono da tenere d'occhio come potenziali outsider.

  • shares
  • Mail