Basket | Milano campione 2014: Armani in trionfo "L'Olimpia oggi è rinata"

armanifestascudettoad

Un delirio collettivo ed incontrollato. Così Milano festeggia il suo scudetto numero 26, il primo dopo 18 anni di lunghissima attesa: campo invaso da una marea biancorossa, con l’impossibilità di effettuare la consueta premiazione. Così Alessandro Gentile, come fece il padre Nando nell’ultimo trionfo targato Olimpia, è costretto ad alzare la coppa tricolore di 'fortuna', sul tavolo, consegnatagli da Giorgio Armani. Ed è proprio il patron milanese ad essere uno dei più felici: “Oggi è rinata l’Olimpia, è il più bel regalo per i miei prossimi 80 anni”.

Li compirà tra pochi giorni, l’11 luglio, ma ha festeggiato con qualche giorno d’anticipo, dopo aver pazientemente aspettato per dieci anni, da quando nell’estate 2004 salvò la società e, quattro anni più tardi, la comprò. Mettendo subito al timone del club Livio Proli, presidente spesso contestato, ma oggi anche lui ebbro di gioia: “Era giusto vincessimo noi questo scudetto, dopo sei anni di via crucis - ha detto raggiante, ripercorrendo tutte le delusioni passate - E’ arrivato nell’anno in cui abbiamo anche espresso un bel gioco”.

Ed il fautore del successo è stato Luca Banchi, coach arrivato in Lombardia tra qualche perplessità per il passato senese ed ora in trionfo, con il simpatico siparietto in sala stampa, quando veste la coppa dello scudetto con le scarpette rosse: “E’ stata una stagione complessa, però a suo modo unica. Un percorso gratificante”. Il premio di miglior giocatore della finale è andato al capitano: “Sensazioni incredibili, ma sono tutti MVP, compagni, staff e dirigenti”. Ed il futuro NBA, dopo la scelta della scorsa notte al Draft? “Vedremo quel che sarà, ma ora si festeggia”.

Foto Alessia Doniselli

  • shares
  • Mail