Basket NBA mercato: Messina piace a Brooklyn, Irving resta a Cleveland

BASKETBALL-EUROLEAGUE-KAUNAS-MOSCOW

Oggi 1 luglio iniziano le trattative per i free agent e sono tanti i giocatori di primo piano a cercare una sistemazione, su tutti ci sono LeBron James e Carmelo Anthony. Il ‘Prescelto’ ha fatto sapere alle squadre interessate di volere il massimo salariale (poco più di 20 milioni di dollari) per poter trovare un accordo. Tra queste ci sono anche i Miami Heat, ma anche Wade e Bosh sono in attesa di ricevere un’offerta e diventerebbe difficile poter rafforzare la squadra, se i ‘Big Three’ non accettano uno stipendio ridotto.

Tra le altre squadre con la possibilità di fornire il massimo dello stipendio ci sono Los Angeles Lakers, Phoenix, Dallas, Utah, Philadelphia e Orlando. Le prime due sembrano essere serie contendenti, mentre non hanno la possibilità di offrire i 20 milioni di dollari le tre squadre che parevano in pole, in caso l’addio a Miami fosse definitivo: Houston, Chicago e Cleveland. A proposito dei Cavs, è stato trovato l’accordo con Kyrie Irving per il rinnovo fino al 2020, per una cifra complessiva di circa 90 milioni di dollari. Il contratto verrà firmato dopo il 10 luglio.

Intanto, dopo ciò che si diceva domenica, Jason Kidd è diventato il nuovo allenatore del Milwaukee Bucks. L’accordo tra il tecnico ed il suo nuovo club è stato trovato in poche ore, mentre i Brooklyn Nets riceveranno una seconda scelta nel 2015 e nel 2019, dopo aver ceduto il loro ormai ex tecnico. Dunque, ora è vacante la panchina della squadra della Grande Mela: Lionel Hollins appare il candidato principale per ottenere il posto, ma secondo i media americani ci sarebbe anche il nostro Ettore Messina in corsa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail