Palio di Siena 2014, 2 luglio Madonna di Provenzano: ha vinto il Drago

Palio di Siena 2014, 2 Luglio - Madonna di Provenzano vinto dalla contrada del Drago

20:09 - La nostra diretta finisce qui. Vi ringraziamo per aver seguito la nostra cronaca.

20:06 - I contradaioli del Drago stanno portando il Drappellone alla Chiesa di Santa Maria di Provenzano per dare inizio alla festa che durerà fino a notte fonda.

Schermata 2014-07-02 alle 20.04.28

20:03 - Gli alfieri delle altre contrade stanno sbandierando per la vittoria del Drago, contrada che non vive rivalità. Si tratta di una vittoria che in qualche modo fa piacere a tutti perché nessuno ha dovuto assistere alla vittoria di una contrada rivale.

Schermata 2014-07-02 alle 20.01.01

19:59 - Entusiasmo alle stelle tra i contradaioli. Il fantino Alberto Ricceri (detto Salasso) portato in trionfo.

Schermata 2014-07-02 alle 19.57.00

19:55 - Ha vinto il Drago!! Palio perfetto, con nessuno fantino disarcionato!

Schermata 2014-07-02 alle 19.55.32

19:54 - Il Drago sta rimontando!

19:54 - Partiti! Aquila, Selva e Pantera in testa!

19:53 - Adesso i cavalli sono allineati, ma la Tartuca (alla ricorsa) ha ricevuto il secondo richiamo perché non sta prendendo la posizione corretta.

19:49 - Cavalli troppo vicini. Il fantino della Lupa sta facendo molta fatica a trovare la sua posizione.

Schermata 2014-07-02 alle 19.48.29

19:46 - I cavalli sono nervosi e stanno scalciando molto. Anche la terza chiamata non è andata a buon fine. Si ricomincia.

Schermata 2014-07-02 alle 19.45.46

19:43 - Anche la seconda chiamata non è andata a buon fine. Il Mossiere ha chiesto a tutti di uscire dal canape.

19:41 - Il Mossiere sta guidando l'allineamento.

Schermata 2014-07-02 alle 19.41.16

19:39 - Prima chiamata a vuoto. Sta per iniziare la seconda.

19:37 - Ecco l'allineamento letto dal Mossiere.

Aquila
Pantera
Giraffa
Onda
Lupa
Drago
Bruco
Selva
Chiocciola

e Tartuca di rincorsa.

19:33 - Ecco i fantini che prendono il nerbo (tendini di bue essiccato) all'uscita dall'Entrone.

Schermata 2014-07-02 alle 19.32.51

19:32 - Stiamo aspettando l'ingresso dei fantini.

19:30 - Il canape è teso.

Schermata 2014-07-02 alle 19.30.15

19:29 - In corso l'ultima sbandierata degli alfieri.

Schermata 2014-07-02 alle 19.28.36

19:25 - Il Mossiere Bartolo Ambrosione sta per salire sul verrocchio, il palco riservato al giudice.

19:13 - Ricordiamo che il corteo storico terminerà alle 19:30, quando i fantini usciranno dall'Entrone (il portone del Palazzo Comunale) e solo a quel punto il Mossiere (giudice unico, incaricato di far rispettare l'allineamento) aprirà la busta dell'allineamento ai canapi.

19:08 - Sta entrando il Drappellone (detto anche 'Cencio'), il trofeo che andrà alla Contrada vincitrice. Il Drappellone di quest'anno è ovviamente dedicato alla Madonna di Provenzano come da tradizione, ma anche alla liberazione di Siena dal nazi-fascismo avvenuta il 3 luglio 1944.

Schermata 2014-07-02 alle 19.08.29

19:02 - Ecco le alzate degli alfieri.

Schermata 2014-07-02 alle 19.01.45

18:57 - Ricordiamo le contrade partecipanti a questo Palio del 2 Luglio 2014. Naturalmente è ancora segreto l'allineamento ai canapi.

    Onda: Osvaldo con Silvano Mulas (detto Voglia)
    Giraffa: Naikè con Enrico Bruschelli
    Chiocciola: Porto Alabe con Jonatan Bartoletti (detto Scompiglio)
    Tartuca: Mocambo con Sebastiano Murtas (detto Grandine)
    Aquila: Polonski con Giuseppe Zedde (detto Gingillo)
    Drago: Oppio con Alberto Ricceri (detto Salasso)
    Pantera: Indianos con Andrea Mari (detto Brio)
    Bruco: Ondina Prima con Francesco Caria (detto Tremendo)
    Selva: Quit Gold con Giovanni Atzeni (detto Tittia)
    Lupa: Querino con Antonio Siri (detto Amsicora)

Schermata 2014-07-02 alle 18.51.30

18:51 - In corso la passeggiata storica.

Schermata 2014-07-02 alle 18.50.11

18:43 - Ci siamo quasi. Sta per iniziare la festa

18:05 - Si sta riempiendo la piazza, alla quale si potrà accedere fino alle 18:45 quando inizieranno a sfilare mazzieri, figuranti e cavalieri.

17:50 - Manca circa un'ora all'inizio della nostra diretta del Palio di Siena del 2 Luglio 2014 per la Madonna di Provenzano.

Palio di Siena, 2 luglio 2014: la presentazione

A undici mesi dall'ultima festa, Siena torna in piazza per il Palio dedicato alla Madonna di Provenzano. Lo scorso anno il protagonista assoluto è stato Giovanni Atzeni, detto Tittia, il fantino nato in Germania si è aggiudicato entrambe le carriere montando Guess, con il giacchetto dell'Oca, a Luglio e Morosita Prima, con l'Onda, ad Agosto. La carriera di quest'anno si preannuncia molto incerta ed è difficile fare un pronostico, anche se come al solito non mancano le contrade che vengono indicate come favorite per la vittoria finale, i nomi forti sono quelli di Selva, Chiocciola, Pantera e Aquila. Particolarmente interessante sarà il confronto tra i canapi tra queste ultime due, rivali tra loro, che fa venire alla memoria il Palio del luglio 2006 quando la Pantera vinse superando proprio la rivale dopo l'ultima curva del Casato.

L'estrazione delle contrade

Come ogni anno le contrade estratte a sorte per la carriera di Luglio ha avuto luogo l'ultima domenica di maggio. Il 25 la piazza era gremita come al solito, la sorte ha baciato Lupa, Pantera e Onda. In piazza erano presenti molti contradaioli dell'Istrice che speravano in un aiuto della sorte per scontare uno dei due palii di squalifica comminati per l'aggressione al fantino della Lupa al termine dello scorso Palio di luglio. Alla delusione per la mancata esposizione della propria bandiera dalle trifore del Palazzo Pubblico si è aggiunta la beffa dell'estrazione dei rivali della Lupa. Gioisce anche il popolo di Stalloreggi, la Pantera potrà contrastare sulla piazza la rivale Aquila. Non finisce mai la festa dell'Onda, il popolo di Malborghetto dopo aver vinto per due anni di fila sarà in piazza anche quest'anno. Queste tre si aggiungono alle sette che corrono di diritto e cioè Giraffa, Chiocciola, Drago, Tartuca, Selva, Bruco e Aquila. In piazza ci saranno solo due coppie di rivali, Chiocciola e Tartuca e Pantera e Aquila.

La tratta e le monte

ITALY-TRADITION-HORSERACING

Come spesso è accaduto negli ultimi anni il lotto dei dieci cavalli che prenderanno parte alla carriera è molto equilibrato. Manca il campione capace di fare il vuoto, uno alla Berio per dire, ci sono molti esordienti che hanno fatto bene durante l'anno in provincia. Ma le incognite sono tante, motivo per cui non è semplice indicare una favorita assoluta, in fondo nemmeno gli scorsi anni era semplice fare un pronostico. Molte indicazioni possono essere ricavate dalle monte scelte dalle varie contrade, spesso segnale delle ambizioni finali. È significativa per esempio la scelta di Tittia da parte della Selva, o forse il contrario, il fantino trionfatore dello scorso anno monterà Quit Gold cavallo esordiente ma superiore per qualità al resto del lotto. Anche la Pantera conferma le sue ambizioni scegliendo Andrea Mari, detto Brio, su Indianos, il cavallo forse più esperto. Seguendo questa logica bisogna segnalare la Chiocciola che ha scelto Jonatan Bartoletti, detto Scompiglio, per Porto Alabe, cavallo salutato con giubilo dal popolo di San Marco domenica scorsa. L'ultima accreditata come possibile vincitrice è l'Aquila, la vittoria manca dal 1992, in sorte le è capitato Polonski, cavallo che ha esordito lo scorso Agosto, lo monterà Giuseppe Zedde, detto Gingillo, proprio come undici mesi fa.

Esordirà in piazza il figlio del mitico Luigi Bruschelli, quest'anno squalificato, Enrico Bruschelli è stato scelto dalla Contrada della Giraffa. Nella terza prova di lunedì c'è stata una rovinosa caduta alla mossa, per colpa del canape che non si è abbassato del tutto, alcuni fantini sono rimasti infortunati, tra cui Sebastiano Murtas, detto Grandine, della Tartuca e Alessio Migheli, detto Girolamo, del Drago, caduto dopo il primo San Martino. Entrambi sono stati sostituiti nella prova, la quarta, di martedì mattina. Di seguito l'elenco completo delle accoppiate cavallo e fantino per le dieci contrade che correranno il Palio, aggiornate alla Prova Generale.

Onda: Osvaldo con Silvano Mulas (detto Voglia)
Giraffa: Naikè con Enrico Bruschelli
Chiocciola: Porto Alabe con Jonatan Bartoletti (detto Scompiglio)
Tartuca: Mocambo con Sebastiano Murtas (detto Grandine)
Aquila: Polonski con Giuseppe Zedde (detto Gingillo)
Drago: Oppio con Alberto Ricceri (detto Salasso)
Pantera: Indianos con Andrea Mari (detto Brio)
Bruco: Ondina Prima con Francesco Caria (detto Tremendo)
Selva: Quit Gold con Giovanni Atzeni (detto Tittia)
Lupa: Querino con Antonio Siri (detto Amsicora)

Il drappellone

Il drappellone di quest'anno è stato dipinto dall'artista senese Rosalba Parrini, originaria della Contrada della Torre corona il suo sogno. Alla presentazione avvenuta a Palazzo Pubblico molti si sono emozionati nel vedere per la prima volta l'opera di quest'artista che con la pittura combatte il morbo del Parkinson che l'affligge da tempo. Il Palio di quest'anno doveva essere deidacato al settantesimo anniversario della liberazione di Siena e dei comuni della Provincia avvenuta il 3 luglio 1944. Tale evento è rappresentato da 15 stelle e da una colomba che sfugge alla gabbia nell'angolo in alto a destra. Ci sono ovviamente i simboli dell'araldica senese, delle dieci contrade in piazza e, ovviamente, il ritratto della Madonna di Provenzano.

drappellone_luglio_2014_palio

  • shares
  • Mail