Basket | Serie A | Mens Sana Siena, dichiarato il fallimento del club

striscionesienabruchi

Ora è finita, per davvero. Il giudice fallimentare di Siena ha dichiarato il fallimento della Mens Sana Basket, nominando il dottor Marco Lombardi curatore fallimentare, ed il club toscano chiude in questo 9 luglio 2014 la sua storia. Una notizia non certo sorprendente ed attesa già da mesi, ma che mette definitivamente la parola fine sulla società più vincente di questo millennio, con otto scudetti conquistati, di cui sette consecutivi tra il 2007 ed il 2013, oltre a 5 Coppe Italia, 7 Supercoppe italiane ed una Coppa Saporta.

Dopo alcune perquisizioni della Guardia di Finanza negli ultimi due anni, l’inizio della fine è arrivato lo scorso 21 febbraio, quando il club era stato messo in liquidazione e l’assemblea dei soci non aveva approvato il bilancio in perdita di 5,4 milioni. Poi le nuove perquisizioni, l’arresto dell’ex presidente Ferdinando Minucci con la pesantissima accusa di associazione a delinquere finalizzata all’evasione ed alla frode fiscale, mentre nessuno si faceva avanti per salvare il club e ripianare i pesanti debiti degli ultimi anni.

Sul campo, la squadra continuava a lottare ed arrivava ad una clamorosa finale scudetto, persa solamente in gara 7 contro Milano, ma le speranze di un salvataggio in extremis si affievolivano ogni giorno di più e la fine era ormai scritta da qualche settimana. Ora il basket nella città toscana ripartirà con una nuova società, la Polisportiva Mens Sana 1871, che ha effettuato ieri l’affiliazione alla Federazione (codice n° 054199) ed il prossimo 18 luglio chiederà l’ammissione alla Serie B (la quarta serie) al Consiglio Federale. Ma sarà un’altra Siena.

Foto Alessia Bruchi

  • shares
  • Mail