Wta Bucarest 2014: Roberta Vinci sconfitta dalla Halep in finale

Simona Halep si aggiudica il Wta International di Bucarest. Sconfitta, in finale, Roberta Vinci 6-1; 6-3.

Primo set dominato dalla padrona di casa. 4-1 iniziale con doppio break per la Halep ma sarebbe potuto essere anche 5-0 se la Vinci non avesse annullato una palla break nel terzo gioco. Gioca bene la rumena. Un tennis senza colpi spettacolari ma efficace che Roberta non riesce ad arginare. Proprio sul 4-1, l’azzurra si procura l’unica occasione per strappare il servizio all’avversaria ma la spreca scagliando un dritto in corridoio. Simona è implacabile e al primo set point a disposizione, in risposta, chiude 6-1.

La Vinci prova a scuotersi e l’avvio del secondo parziale è favorevole alla tarantina anche grazie a un leggero calo dell’avversaria insofferente alle variazioni e alle palle corte di Roberta. Il 2-0 con cui si apre il set è comunque una fuga effimera prontamente placata dalla Halep che, ritrova il suo tennis e assesta cinque game consecutivi, viatico al 6-3 finale e al nono titolo in carriera per la numero 3 Wta, il secondo quest’anno dopo il Premier di Doha lo scorso febbraio.

Sconfitta senza rimpianti per la Vinci che tornerà in campo la prossima settimana sul cemento di Istanbul.

Wta Bucarest 2014: Vinci e Halep in finale

Finalmente, dopo tanta sofferenza, arriva un bel risultato anche in singolare per Roberta Vinci. L'azzurra è in finale al Wta International di Bucarest. Decisiva la vittoria odierna, 6-1; 6-3, contro la slovacca Kristina Kucova.

Partita a senso unico, dominata da Roberta, per nulla infastidita anche dalla breve sospensione per pioggia tra i due set. Nel primo parziale, la Vinci ha capitalizzato, al meglio, il doppio break di vantaggio e il 4-0 iniziale. Stesso copione anche nella seconda frazione. Stavolta i due break piazzati in avvio sono serviti a recuperare lo 0-1 iniziale. Dal 3-1, Roberta non ha avuto alcuna difficoltà a chiudere la pratica 6-3 in poco più di un'ora di gioco.

E' il miglior risultato individuale per la Vinci che, nel 2014, ha rimediato ben 11 sconfitte al primo turno, di cui le ultime 4 consecutive a Roma, Roland Garros, Eastbourne e Wimbledon. Nello Slam londinese si è comunque rifatta ampiamente con il successo in doppio con Sara Errani che è valso il completamento del Career Slam personale nella specialità.

A Bucarest, sinora, l'azzurra ha avuto un cammino piuttosto agevole. Dulgheru, Soler Espinosa, Cevtovska e Kucova sono le quattro avversarie sin qui sconfitte dalla Vinci, tenniste tutte inferiori tecnicamente ma lo stesso difficile da superare specie se in un periodo di forma e fiducia non esaltante come quello che sta vivendo la tarantina in singolare. Lo scoglio più difficile ci sarà domani, in finale, dove Roberta è attesa dalla padrona di casa Simona Halep, , testa di serie n°1, finalista al Roland Garros e semifinalista a Wimbledon, vincitrice 6-2; 4-6; 6-1 nel derby rumeno con la connazionale Niculescu.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail